Misilmeri, 25 carcasse di tonno abbandonate sulla riva del fiume

Qualcuno, in forma anonima, ha telefonato segnalando la presenza degli esemplari sulla sponda dell'Eleuterio. Sul posto le forze dell'ordine, i vigili del fuoco e una ditta specializzata che ha recuperato i pesci per portarli in un deposito

Alcune delle carcasse recuperate a Misilmeri

Venticinque grossi esemplari di tonno trovati sulla riva del fiume. Lo strano ritrovamento è stato fatto a Misilmeri, lungo le sponde dell'Eleuterio, dopo una telefonata anomina giunta alle forze dell'ordine. Qualcuno probabilmente si è liberato del grosso quantitativo di pesce abbandonandolo in mezzo alla natura. Su disposizione dell'autorità giudiziaria i pesci sono stati sequestrati.

In poco tempo, dalle 10 in poi, la strada è stata affollata dagli agenti della polizia municipale, dai vigili del fuoco, dai carabinieri, dalla Forestale e dal personale dell'Asp. Sul posto è intervenuta una ditta privata con una piccola gru, utilizzata per prelevare le carcasse dei tonni, portarle sul piano stradale e caricarle su un furgone per il trasporto in un deposito.

Una volta recuperato tutto, e ripulita la strada dalle macchie di sangue, toccherà agli investigatori chiarire la provenienza di quelle 3 tonnellate circa di tonno. Potrebbe trattarsi di una partita di merce pescata illegalmente che il responsabile non sarebbe riuscito a piazzare sul mercato proprio per la mancanza di documentazione valida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento