Macabra scoperta a Caccamo, trovate ossa in un terreno vicino alla diga Rosamarina

Avviate le operazioni di scavo per recuperare i resti, presumibilmente umani. Si tratta dello stesso punto in cui si erano perse le tracce di Alario e Guzzardo (ritrovato nascosto in un casolare 3 mesi dopo), quest'ultimo accusato di omicidio e occultamente di cadavere

Macabro ritrovamento nella zona di Caccamo. Alcuni contadini hanno rinvenuto alcune ossa, presumibilmente umane, in un terreno che si trova lungo la strada che collega a Trabia a Ventimiglia di Sicilia, al chilometro 17 della strada provinciale 6. Sul posto i i vigili del fuoco, i carabinieri della compagnia di Termini Imerese e il procuratore Eugenio Faletra.

Dopo il rinvenimento i contadini hanno lanciato l’allarme al 112 e chiesto l’intervento delle pattuglie nella zona della diga Rosamarina. L’area in cui stanno scavando i vigili del fuoco è la stessa in cui sarebbe scomparso il 42enne Santo Alario, che a febbraio del 2018 aveva raggiunto proprio quella zona in compagnia di Giovanni Guzzardo. Poi di entrambi si sono perse le tracce.

Il cadavere di Alario non è stato mai trovato così come l’eventuale arma del delitto, ma per la Procura di Termini non ci sarebbero dubbi: Alario è stato ucciso. I due si erano allontanati da Capaci a bordo di un’auto, come testimoniato dagli ultimi videomessaggi inviati dal 42enne alla fidanzata, senza farvi per diversi giorni.

La macchina era stata trovata non lontano dalla diga Rosamarina. Dopo tre mesi Guzzardo è stato ritrovato in un casolare nelle campagne di Montemaggiore Belsito, mentre di Alario non si hanno avuto più notizie. Il 47enne è adesso sotto processo con l’accusa di omicidio volontario e occultamento di cadavere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lungo la strada provinciale 6, ormai da ore, i militari stanno raccogliendo elementi in attesa di nuove disposizioni da parte dell’autorità giudiziaria. Al momento non ci sono elementi tali per collegare il ritrovamento dei resti con la scomparsa di Alario ma qualche risposta potrà arrivare dall’analisi del dna e dagli altri accertamenti biologici che disporrà la Procura di Termini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, coinvolto il cantante De Martino: morto un sessantenne

  • Dal pizzo alla riffa per la festa di Sant'Anna, commercianti denunciano: 20 fermi al Borgo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Apre a Palermo l'Antica pizzeria da Michele, dopo Napoli è l'unica del Sud Italia

  • Omicidio a Camporeale, colpi di pistola in piazza: morto un ragazzo di 26 anni

  • Firmato nuovo Dpcm con le regole Covid, Musumeci: "Ora controlli costanti delle forze dell’ordine"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento