Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Sei ore di ritardo per l’aereo Palermo-Roma: "Passeggeri costretti a bivaccare"

Il volo FR04901 della Ryanair avrebbe dovuto lasciare l'aeroporto Falcone-Borsellino alle 6.30. Poi la comunicazione sul display: partenza fissata alle 12.20. Federconsumatori: "Problema dovuto turnover del personale"

(foto archivio)

Sarebbero dovuti partire alle 6.30 da Palermo per raggiungere in aereo la capitale, poi è arrivata la comunicazione tramite display di un ritardo di 6 ore. Mattinata di attese per i passeggeri del volo Ryanair FR04901 costretti a "bivaccare" all’aeroporto Falcone-Borsellino fino alle 12.20, orario in cui è stata fissata la partenza. "Non sono del tutto chiare le motivazioni di un tale disservizio - afferma Lillo Vizzini di Federconsumatori - anche se, secondo alcune indiscrezioni, potrebbe trattarsi di problemi afferenti il turnover del personale".

In caso di ritardo del volo di due o più ore, continua la nota dell’associazione dei consumatori, il passeggero ha diritto a idonea assistenza: pasti, bevande e in alcuni casi anche la sistemazione in albergo. Qualora il ritardo superi le 5 ore la "Carta dei diritti del passeggero Enac" riconosce il diritto alla compensazione pecuniaria anche per i passeggeri che raggiungono la destinazione con oltre tre ore di ritardo rispetto all'orario di arrivo programmato".

"Sollecitiamo un tempestivo ed energico intervento di Enac, in quanto la misura - continua Vizzini - comincia a essere davvero colma. Il passeggero deve avere certezze e non essere costretto a convivere con l’incubo del ritardo e/o cancellazione del volo". La Gesap, negli scorsi giorni, ha comunicato la fine dei lavori di manutenzione straordinaria sulle piste dell’aeroporto di Punta Raisi: 3.300 metri di asfalto nuovi di zecca e altro ancora, per un costo complessivo di 23 milioni di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sei ore di ritardo per l’aereo Palermo-Roma: "Passeggeri costretti a bivaccare"

PalermoToday è in caricamento