Macchinari mancanti e guasti, nuovo rinvio per la Carta d'identità elettronica

Slitta la prima emissione del documento in formato digitale: dei 28 apparecchi che lo Stato doveva mandare al Comune, ne sono arrivati solo 17. E alcuni sono pure rotti. La nuova consegna non prima dell'11 ottobre. L'assessore Mattina: "Contiamo di partire il 21 ottobre"

Nuovo rinvio per la carta d'identità elettronica. Ieri doveva essere il "grande giorno", ma la prima emissione del documento in formato digitale non c'è stata.

Il motivo? Dei 28 macchinari che lo Stato doveva mandare al Comune per le fotografie digitali e le scansioni dell’impronta, ne sono arrivati solo 17. Di questi ne sono stati scartati 8, perché in parte guasti e in parte ancora da collaudare da parte del personale incaricato dell’istituto poligrafico dello Stato.

I restanti apparecchi, hanno fatto sapere da Roma, verranno consegnati non prima dell’11 ottobre. Finché non saranno tutti operativi, il Comune non potrà fare partire il nuovo sistema. Insomma, sembra che la sfortuna si sia accanita contro il Comune, che ha scontato già un pesante ritardo rispetto ad altre città d'Italia e della Sicilia a causa delle discrepanze tra l’Anagrafe comunale e l'Anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr). Ritardi che si sono sommati ai disagi sorti lo scorso mese durante la formazione del personale, che ha indotto il Comune a chiudere le postazioni decentrate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Aspettiamo - dice l'assessore ai Servizi demografici, Giuseppe Mattina - che vengano sostituite le macchine guaste e che arrivino anche quelle mancanti. Contiamo di partire il 21 ottobre". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento