rotate-mobile
Cronaca Partanna-Mondello / Viale dell'Olimpo, 3

Halloween diventa la notte delle risse, scazzottate al Country e al Rise up

Durante il secondo weekend dopo la riapertura dei locali per organizzare feste da ballo, la polizia è intervenuta in via Ugo La Malfa e viale dell’Olimpo. Due i ragazzi feriti. La Questura ha messo in campo un'altra pattuglia dedicata ai luoghi della movida durante il fine settimana

Halloween, alcol e violenza. Sono due le risse registrate nella notte tra venerdì e sabato al County club di viale dell’Olimpo e al Fabric (ex Rise up) di via Ugo La Malfa. Episodi sui quali indaga la polizia che sta lavorando per rintracciare i responsabili di entrambe le scazzottate. Alla luce di questi fatti, avvenuti nelle stesse ore, la Questura ha messo in campo un’altra pattuglia che girerà nel weekend tra i locali della movida per scongiurare ulteriori episodi.

La prima rissa, in ordine cronologico, è stata quella del Rise up. L’aggressione avrebbe coinvolto due giovani, l’attuale fidanzato trentenne di una ragazza e il suo ex. Secondo una prima ricostruzione quest’ultimo, mentre si trovavano tutti all’interno del locale, avrebbe infastidito la sua vecchia compagna costringendo il fidanzato a intervenire. Dopo un acceso scambio di battute la situazione, almeno apparentemente, sembrava essere rientrata.

Il trentenne e la fidanzata a quel punto sono usciti fuori dove ad attenderli c’era l’ex con alcuni amici. Una spedizione punitiva a tutti gli effetti. In pochi minuti il gruppetto di giovani si è scagliato contro la vittima colpendola con calci e pugni. Nella confusione uno dei ragazzi è stato anche investito da un’auto, si è rialzato ed è scappato insieme agli altri. La vittima è andata in auto al pronto soccorso del Civico dov’è stato curato e dimesso con una prognosi di 10 giorni. "Apprendo solo ora quanto sarebbe successo. Noi, all’interno del locale, non ci siamo accorti di nulla e non sappiamo cosa possa essere accaduto all’esterno", precisa il titolare Salvo Amenta.

Gli agenti delle volanti e del commissariato San Lorenzo sono intervenuti riuscendo a identificare alcuni potenziali testimoni e la fidanzata del trentenne aggredito. Al vaglio le immagini di alcune telecamere, anche quelle installate all’interno del locale, che potrebbero aver ripreso la scena. Già nelle prossime ore gli investigatori potrebbero riuscire a dare un nome e un volto ai ragazzi che si sono resi protagonisti della spedizione.

L’altra rissa è avvenuta in quelle stesse ore al Country club. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori tutto sarebbe nato per qualche "complimento" di troppo fatto da un gruppo di giovani a due ragazze. I rispettivi fidanzati, che si trovavano all’interno della discoteca, sono intervenuti chiedendo loro di non importunarle. Ma anche questa volta, in pochi minuti la situazione, è degenerata e i due ragazzi sono stati picchiati e presi a colpi di bottiglia.

Ad avere la peggio un 34enne che è stato soccorso dai sanitari del 118 e portato con l’ambulanza in ospedale. L'uomo, che ha riportato alcuni tagli e diverse escoriazioni, è stato medicato e poi dimesso con una prognosi di 10 giorni. Su questo episodio indagano gli investigatori della squadra mobile che hanno sequestrato le immagini delle telecamere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Halloween diventa la notte delle risse, scazzottate al Country e al Rise up

PalermoToday è in caricamento