La rissa in via del Celso, ragazzini picchiati per avere chiesto un'informazione: 2 denunce

Identificati i presunti autori del pestaggio avvenuto tra sabato e domenica. Le vittime, dopo avere incassato calci e pugni, si sono rivolte alla polizia che ha immediatamente avviato le indagini. Nei guai un 22enne e un 25enne di Monreale

Polizia davanti al Teatro Massimo - foto archivio

Dei giovanissimi colpiti con calci e pugni e insultati solo perchè "colpevoli" di avere chiesto un'informazione su un pub. E' successo nella notte tra sabato e domenica in via del Celso, nel centro storico. E oggi la polizia ha denunciato a piede libero un 22enne e un 25enne di Monreale, gravati da numerosi pregiudizi di polizia, ritenuti gli autori della rissa.

"L’identificazione degli aggressori - spiegano dalla Questura - è avvenuta in tempi celeri grazie alla presenza di un nutrito presidio di poliziotti, nei pressi di piazza Verdi, ai quali le vittime si sono subito rivolte, poco dopo l’aggressione patita".

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, "la brutale violenza era andata in scena pochi minuti prima in via del Celso quando un gruppo di giovanissimi aveva incrociato una comitiva di coetanei. Questi ultimi, prendendo a pretesto l’equivoco circa una presunta richiesta di indicazioni stradali sulla ubicazione di un noto pub cittadino, avevano dato il via a una violenta aggressione a suon di calci e pugni. Ancor più grave perché avvenuta in una zona altamente frequentata dai ragazzi. Nell’ambito del gruppo degli aggressori, due di loro si erano particolarmente distinti per la veemenza dei colpi inferti, mentre gli altri membri erano rimasti a fissare la scena; qualcuno si era anche divertito a osservare la sofferenza delle vittime, sopraffatte da tanta brutalità, derise e canzonate con grida di scherno".   

Ultimata l’aggressione, i due principali attori della violenza sono fuggiti nella zona di piazza Verdi, proprio dove c'erano molti agenti che li hanno notati. Contestualmente, i poliziotti hanno ricevuto ragguagli dalle vittime in relazione alle ragioni della fuga dei due giovani e li hanno bloccati anche con l’ausilio dei colleghi dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico,

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia ci sono altri 77 casi: positiva un'infermiera all'Ingrassia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento