Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Rissa a sprangate tra vicini: arrestati due palermitani a Reggio Emilia

Ci sarebbero dei rapporti di vicinato "difficili" alla base della violenta lite avvenuta tra due nuclei familiari. Quattro arresti in tutto. Sequestrati un bastone, un tubo di ferro per idraulico ed una vanga da muratore

Dovranno rispondere di concorso in rissa aggravata. Con questa accusa i carabinieri hanno arrestato due palermitani in provincia di Reggio Emilia. Ci sarebbero dei rapporti di vicinato difficili alla base della lite avvenuta tra due nuclei familiari del comune di Cadelbosco Sopra, nella bassa reggiana. Rabbia culminata addirittura con una rissa a suon di sprangate che ha visto l’intervento dei carabinieri di Gattatico. A conclusione degli accertamenti, documentati anche dalle riprese video delle telecamere installate in un’abitazione, sono state arrestate in tutto 4 persone. Da una parte un muratore 53enne ed il figlio 33enne, entrambi di Palermo, dall'altra un operaio 36enne ed il suocero 61enne, entrambi originari della provincia di Matera.

I palermitani sono anche finiti in ospedale e giudicati rispettivamente guaribili in giorni 5 e 15. Nel corso della violenta lite, avvenuta ieri pomeriggio, sono stati utilizzati un bastone, un tubo di ferro per idraulico ed una vanga da muratore, poi sequestrati dai carabinieri. A chiamare il 112 sono stati i vicini attirati da urla e grida. Sul posto i carabinieri hanno ricostruito i fatti: genero e suocero poco prima avevano ricevuto la visita della polizia municipale del paese a seguito di una segnalazione per la presenza di rifiuti tossici fatta dai vicini di casa: per “vendicare” questa condotta si erano recati nell'abitazione dei palermitani. Da qui è nata la lite furibonda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa a sprangate tra vicini: arrestati due palermitani a Reggio Emilia

PalermoToday è in caricamento