Cronaca

Reset, stanziati nuovi fondi: la Giunta delibera allineamento da 1,1 milioni

Così hanno deciso il Orlando e i suoi assessori per l'azienda che presta i suoi servizi in scuole, cimiteri e canile. "Si prende atto della 'natura dinamica' del contratto di servizio rispeto alle esigenze dell'Amministrazione"

Operai Reset al lavoro

Un milione e centomila euro in più per la Reset. Nel corso della seduta della Giunta comunale di ieri pomeriggio è stata approvata una delibera che modifica il Piano esecutivo di gestione che riguarda l’azienda partecipata del Comune. Su disposizione del sindaco Leoluca Orlando è stato infatti disposto un "allineamento" delle somme stanziate a favore della stessa società rispetto a quanto previsto nel bilancio di previsione 2018-2020.

Nella delibera si prende atto della "natura dinamica" del contratto di servizio stipulato con la Reset in relazione alle esigenze dell'Amministrazione e pertanto, al fine di non interrompere i servizi svolti - si legge in una nota - presso le scuole, i cimiteri e il canile, si provvede ad uno storno di circa 1,1 milioni di euro da altre voci di bilancio nelle quali risultano ancora disponibilità per l'anno in corso.

"Con questo passaggio formale - afferma Orlando - abbiamo dato una prima risposta alle necessità dell'azienda, continuando a lavorare perché in fase di approvazione finale del bilancio da parte del consiglio comunale si possano trovare ulteriori risorse per la garanzia dei servizi che la Reset offre alla città”. Negli scorsi giorni Pietro La Torre, segretario del sindacato Ursas, aveva puntato il dito contro uno stanziamento di risorse considerato esiguo: "Trentuno milioni non bastano".

Appena due giorni dopo i lavoratori della Reset avevano indetto uno sciopero per una vicenda relativa agli straordinari che l’azienda nona avrebbe voluto pagare per gli addetti al canile municipale. La protesta ha portato i vertici a fare retromarcia e studiare “misure correttive finalizzate a migliorare la qualità dell’ambiente di lavoro e le condizioni igienico-sanitarie”. Revocato quindi lo sciopero, per la soddisfazione dei lavoratori e dei sindacati: "Ci riteniamo soddisfatti, ma solo in parte" ha afferma Daniela Mazzola, Reset canile municipale
segretaria provinciale del sindacato Snalv (aderente alla Confsal), secondo la quale si tratta di "un primo passo in attesa del compimento di tutte le altre promesse".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reset, stanziati nuovi fondi: la Giunta delibera allineamento da 1,1 milioni

PalermoToday è in caricamento