rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca Oreto-Stazione / Via Oreto

E luce fu, dopo un anno torna in funzione l’impianto d'illuminazione del ponte Oreto

A darne notizia il consigliere comunale della Lega, Igor Gelarda: "Non è stata mai fatta la necessaria manutenzione. Il quartiere è diviso in due: da aprile non possono passare neanche i minibus, mentre il marciapiede è interdetto ai pedoni. Lanceremo una petizione"

Ci sono voluti un anno e un trasformatore ma alla fine il ponte Oreto, almeno per un po', non sarà più avvolto nell'oscurità. Si è concluso ieri pomeriggio l’intervento eseguito dagli operai di Amg, la società partecipata del Comune che gestisce gli impianti in città, che ha portato all’accensione di cinque punti luce che non funzionavano ormai da tempo.

"Sono state necessarie alcune nostre richieste - spiega il consigliere della Lega, Igor Gelarda - e un’interlocuazione molto fitta con l’azienda, ma finalmente ieri pomeriggio è stato sostituito il trasformatore che teneva il ponte al buio. Un ponte, costruito in epoca fascista, che non ha mai avuto la necessaria manutenzione".

Da aprile scorso, sottolinea il consigliere, è stato necessario imporre pesanti limitazioni alla viabilità "considerato che - scrive - non possono accedervi neanche i minibus dell’Amat e che i marciapiedi sono teoricamente interdetti ai pedoni, che dovrebbero transitare su una pericolosissima fascia disegnata nella carreggiata".

Poi, in relazione ai lavori ancora da eseguire, aggiunge: "Tecnicamente ci dicono che le somme per mettere in sicurezza l'infrastruttura ci sono, ma da aprile ad oggi non si è mosso nulla. Con un ponte sulla cui stabilità ci sono forti dubbi, da decenni, ed un intero quartiere tagliato in due per il blocco dei bus".

Per smuovere la situazione, grazie alla alla collaborazione dei residenti e della consigliera della prima circoscrizione Maria Pitarresi, il consigliere Gelarda ha annunciato l’intenzione, la prossima settimana, di lanciare una petizione per chiedere al sindaco e al prefetto una maggiore attenzione delle istituzioni al ponte Oreto.

Nella foto in basso il residente Francesco Pilo, Maria Pitarrsi e Igor Gelarda

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E luce fu, dopo un anno torna in funzione l’impianto d'illuminazione del ponte Oreto

PalermoToday è in caricamento