Cronaca Cruillas / Via Inserra

Il cestello per rimuovere l'albero pericolante si guasta, inizio lezioni ancora rinviato alla scuola Vitali

Questa mattina le maestranze del settore Verde e giardini hanno raggiunto l'istituto per completare l'intervento di rimozione. Ma dopo il taglio di alcuni rami l'ennesimo inconveniente. Il consigliere Giaconia: "Mi hanno assicurato che domani riprenderanno a lavorare". La preside: "Sembra una barzelletta"

Ancora rinviato l'inizio delle lezioni nella scuola elementare Vitali, a Cruillas. L'albero pericolante, posto all’ingresso principale del plesso, che ha causato la mancata partenza dell'anno scolastico è ancora lì. La buona notizia è che il cestello necessario per completare l'intervento di rimozione si trova nell'atrio esterno d'istituto. Quella cattiva è che si è guastato. "Questa mattina - afferma il consigliere Massimo Giaconia - le maestranze del settore Verde e giardini erano sul posto, purtroppo però c'è stato un inconveniente. Le maestranze hanno individuato il problema, mi hanno assicurato che sarà risolto e che domani mattina l'intervento riprenderà. L'amministrazione - tiene a sottolineare il consigliere - ha rispettato l'impegno che aveva preso con la scuola". Gli operai sono riusciti a fare entrare il cestello dall'ingresso di via Inserra dopo una serie di manovre. Poi però qualcosa è andato storto. "L'esperto potatore - spiega Giaconia che ha seguito l'intervento - lo ha posizionato, ma quando è stato necessario alzarlo si è bloccato. Qualche altro ramo è stato tolto ma bisogna ancora rimuovere la chioma e poi il tronco". 

Basterà un solo giorno di lavoro? "E' da venerdì che attendiamo questo intervento per poter partire con le lezioni - commenta il dirigente scolastico Maria Rosa Caldarella - e forse apriremo giovedì. Ma alla luce di quello che è accaduto fino ad adesso non ho la serenità di dire ai genitori di stare tranquilli perchè potrebbe esserci l'ennesimo imprevisto. Sembra una barzella, sono senza parole".

La preside è un fiume in piena: "E' stato un susseguirsi di intoppi che a parer mio sono indicativi di un'organizzazione non pienamente efficiente. Alcuni di questo potevano essere evitati se ci fosse stata una organizzazione degli interventi più efficace. Non si riesce mai ad avere certezze. Se ci fosse stato un raccordo tra gli uffici, se avessi avuto certezza del giorno della fine dell'intervento - continua Caldarella - avrei anche potuto pensare e mettere in campo delle soluzioni alternative per tamponare i disagi dei genitori. Per esempio si poteva pensare a dei doppi turni in un altro plesso, ma è ovvio che - conclude - i doppi turni non possono durare un solo giorno e non si possono improvvisare all'ultimo minuto". Ormai non resta che aspettare e sperare che l'intervento possa essere completato, si spera domani. La campanella per gli alunni della Vitali suonerà solo quando il pino non ci sarà più.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cestello per rimuovere l'albero pericolante si guasta, inizio lezioni ancora rinviato alla scuola Vitali

PalermoToday è in caricamento