rotate-mobile
Cronaca

Acqua non potabile, l'Amap annuncia i rimborsi in bolletta: ecco come saranno calcolate le somme

Essendo migliaia gli interessati e dovendo provvedere ad un conteggio ad personam in base ai consumi di ciascuno, l'operazione ha richiesto tempo. L'azienda pagherà il 50% della quota spettante per i costi di distribuzione idrica e non il 50% dell'intera fattura

L'Amap rimborserà in bolletta i cittadini che lo scorso anno hanno subito dei disagi a causa della momentanea non potabilità dell'acqua. "Nel rispetto delle disposizioni dell'Autorità di regolamentazione, l'azienda - spiega l'Amap in una nota - si è attivata per il calcolo di quanto spettante a ciascun utente interessato dal problema. Trattandosi, come è noto, di diverse migliaia di utenti e dovendo provvedere ad un calcolo ad personam in base ai consumi di ciascuno, l'operazione ha richiesto del tempo, anche per la concomitanza con l'emergenza Covid che ha condizionato l'operatività aziendale a più riprese".

Lo storno automatico in bolletta delle somme avverrà nelle prossime settimane: "L'azienda pagherà il 50% della quota spettante per i costi di distribuzione idrica e non il 50% dell'intera bolletta, in quanto il disservizio ha riguardato unicamente la stessa distribuzione". "Credo utile sottolineare - afferma l'amministratore unico di Amap Alessandro Di Martino - che l'azienda si è appunto mossa fin da subito e con l'automatismo previsto dalla normativa e dalle disposizioni dell'Arera, senza quindi rispondere ad alcuna sollecitazione esterna che non avrebbe per altro potuto avere alcun riscontro".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua non potabile, l'Amap annuncia i rimborsi in bolletta: ecco come saranno calcolate le somme

PalermoToday è in caricamento