Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Rifiuti, parte la raccolta differenziata nelle aree portuali di Palermo e Termini Imerese

Verranno coinvolti 120 concessionari, di cui 20 enti pubblici e oltre milleduecento operatori. Todaro (Osp): "Benefici per l’ambiente e vantaggi anche per l’economia". Monti (AdSP): "Una svolta indispensabile per assicurare la cura dei nostri scali"

“In un momento drammatico per la situazione dei rifiuti, con le discariche al collasso e con un’emergenza che da decenni non riesce a trovare una via d’uscita definitiva, non potevamo certo restare con le mani in mano. Per questo abbiamo deciso di accelerare e investire importanti risorse per far partire la differenziata in una vasta area di Palermo e Termini Imerese”. Commenta così Giuseppe Todaro, presidente della Operazioni e servizi portuali (Osp srl), l’avvio del nuovo servizio di raccolta negli scali marittimi che coinvolgerà 120 concessionari, di cui 20 enti pubblici, oltre milleduecento operatori e una superficie (solo a Palermo) di circa 300 mila metri quadri. Mercoledì 5 maggio partirà la consegna dei kit e del materiale informativo, entro la settimana l’avvio della raccolta. “In questo modo – aggiunge Todaro – più di 560 tonnellate di rifiuti che ogni anno finivano in discarica in maniera indifferenziata e indiscriminata, saranno trattate e smistate in base alla tipologia, con benefici per l’ambiente, un minor impatto sull’ecosistema e vantaggi anche per l’economia, visto che il riciclo di alcuni materiali potrà garantire risparmi e premialità”.

Oltre al Porto commerciale, con il Terminal Crociere e il Molo Trapezoidale, il servizio sarà esteso al Molo Sud, alla Cala, all’area di Sant’Erasmo e ai porticcioli turistici dell’Acquasanta e dell’Arenella. La raccolta avverrà invece dal lunedì al sabato dalle 6 alle 9 del mattino con un calendario dettagliato, predisposto di concerto con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale e distribuito a tutti i concessionari e agli operatori, che a loro volta dovranno rispettare orari e tipologia di rifiuti.

“L’avvio della differenziata – spiega Pasqualino Monti, presidente dell’AdSP del Mare di Sicilia occidentale – è in linea con una delle principali priorità politiche europee e globali, cioè la transizione verso un’economia capace di rispettare l’ambiente e il suo naturale equilibrio. Una vera svolta, risultato della scelta dell’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale di affidare per ben vent’anni i servizi portuali degli scali di competenza, una modalità che permette oggi di erogare servizi d’avanguardia e costanti nei nostri porti, come da mesi fa l’OSP. Si tratta di un cambio di paradigma indispensabile per assicurare la cura dei nostri scali, dopo la profonda azione di riqualificazione che stiamo mandando avanti, affiancando a essa accelerazioni e nuove pratiche un tempo impensabili”.

Per consentire una migliore funzionalità ed efficienza sono stati acquistati 200 kit con recipienti e cassoni di varie cubature ed entro un mese arriveranno anche due contenitori automatici per il conferimento diretto dei materiali riciclabili attraverso un codice elettronico.

Nel dettaglio, il calendario prevede lunedì la raccolta di carta e cartone, organico e vetro; martedì sarà la volta di plastica e metallo; mercoledì organico e indifferenziato; giovedì altro giorno per carta e cartone mentre venerdì e sabato sarà raccolto esclusivamente organico.

Tutta la filiera sarà gestita direttamente da Osp, che si occuperà dello smaltimento in discarica della parte non differenziabile e del conferimento ad una società terza di tutti i materiali riciclabili. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, parte la raccolta differenziata nelle aree portuali di Palermo e Termini Imerese

PalermoToday è in caricamento