menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ecco il dopo Norata, alla guida della Rap c'è Miliziano: è un fedelissimo di Orlando

Consulente legale esperto di diritto amministrativo, prenderà il posto del renziano "vittima sacrificale" nello scontro tra il primo cittadino e Italia Viva. Le parole del nuovo amministratore unico: "Voglio essere punto di riferimento per l’attuazione di una nuova politica aziendale"

E' l'avvocato Maurizio Miliziano il nuovo amministratore unico della Rap. Lo ha nominato Leoluca Orlando e prenderà il posto del renziano Giuseppe Norata, "vittima sacrificale" nello scontro tra il primo cittadino e Italia Viva che ha portato successivamente alle dimissioni degli assessori Piampiano e Costumati. 

Due giorni fa l'assemblea dei soci, riunita da remoto, aveva ratificato formalmente le dimissioni dello stesso Maurizio Miliziano e di Alessandra Maniscalco Basile, componenti del Cda, facendo così decadere anche Norata.

Orlando "premia" quindi un suo fedelissimo e gli affida un'azienda in perenne crisi, con una discarica quasi satura e la prospettiva di un inevitabile aumento della Tari per coprire gli extra costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti (26 milioni). Un'azienda - lo ha detto il sindaco Orlando - che "non è riuscita a raggiungere gli obiettivi fissati dal socio unico Comune", con il vecchio Cda nel quale figurava lo stesso Miliziano. A quest'ultimo nella nuova veste di amministratore unico verrà corrisposto un compenso di 38 mila euro lordi. Sfuma quindi il nome dell'ingegnere Celico, che i rumors davano come successore di Norata. 

Consulente legale esperto di diritto amministrativo, Miliziano a caldo dichiara: “Ringrazio Leoluca Orlando e l’Amministrazione comunale che in questa fase così delicata dell’azienda municipalizzata per la gestione integrata dei rifiuti Rap, mi hanno dato fiducia, ne sono onorato. Chiederò una particolare e massima collaborazione a  tutti i dipendenti della Rap, dagli operatori ecologici ai dirigenti e tanto chiederò ai sindacati. Farò sentire a loro il peso della mia presenza per questo importante e gravoso incarico. Vorrò essere punto di riferimento e di sintesi per l’attuazione di una nuova politica aziendale con la collaborazione e la determinatezza di tutti".

"La nomina dell'avvocato Maurizio Miliziano - afferma il sindaco Leoluca Orlando - è il giusto riconoscimento per la sua conoscenza dell'azienda, avendo ricoperto per molti anni, il ruolo di consigliere d'amministrazione. Ma anche per la sua esperienza come amministratore in aziende esemplari nel settore dei rifiuti. L'avvocato Miliziano è inoltre titolare di numerose qualifiche nel settore gestionale e ambientale. In questi anni ha dimostrato attenzione ai diritti dei cittadini e al rinnovamento impiantistico del settore rifiuti. Le facoltà che gli vengono concesse sono certo che gli consentiranno di rispettare al meglio le aspettative della città, specialmente in riferimento alla gestione della raccolta differenziata, di cui mi sono fatto carico".

Le reazioni

Dopo la nomina di Miliziano è arrivato il commento del consigliere comunale del gruppo “Avanti Insieme” e componente della Commissione “Società Partecipate”, Massimo Giaconia: "Bene ha fatto l’Amministrazione comunale ad avere nominato l’amministratore unico della Rap a pochi giorni dal decadimento del CdA, un gesto di grande senso di responsabilità che rasserena tutti, soprattutto i dipendenti e i loro rappresentanti che, legittimamente temevano il rischio di una lunga fase di transizione come accaduto nel 2017, quando l’Azienda rimase per circa dieci mesi senza una governante politica. Ritengo, inoltre, opportuna e strategicamente corretta la scelta del sindaco e dell’Amministrazione comunale, considerata la fase delicata in cui si trova attualmente la Rap, ad avere puntato su Maurizio Miliziano, che oltre ad avere un' importante esperienza e competenza nel settore gestione rifiuti e ambiente, conosce molto bene l’Azienda essendo stato componente del CdA per diversi anni. Ovviamente, solo questo non è sufficiente per mettere in sicurezza l’azienda, e i livelli occupazionali, per migliorare i servizi ed implementare la raccolta differenziata, infatti, è fondamentale che l’Amministrazione Comunale sostenga la nuova governarce nella fase di rilancio dell’Azienda che non potrà avvenire se non con una radicale riorganizzazione, con il trasferimento dei crediti riconosciuti e investimenti per realizzazione di opere impiantistiche a e per l’acquisto di nuovi mezzi. Ringrazio il professore Giuseppe Norata e l’avvocato Alessandra Maniscalco Basile per il lavoro svolto e auguro buon lavoro all’avvocato Miliziano, neo amministratore Unico della Rap". 

Così Giuseppe Badagliacca della Fiadel-Cisal: "La nomina di Maurizio Miliziano ad amministratore unico della Rap, da parte del comune di Palermo, evita un pericoloso vuoto alla guida di una delle più grandi aziende di igiene ambientale del Sud Italia. Una realtà che ha bisogno di essere rilanciata con interventi concreti e a cui non bastano più promesse e belle parole: servono investimenti, una seria riorganizzazione e un nuovo rapporto con la città. Speriamo che Miliziano, forte della sua esperienza in Rap, sappia cogliere l'occasione per imprimere il necessario cambio di passo".

I consiglieri comunali di Sinistra Comune - Barbara Evola, Fausto Melluso, Katia Orlando e Marcello Susinno - in una nota dichiarano: “Siamo soddisfatti della nomina del nuovo amministratore unico della Rap, per cui era essenziale una guida in una fase delicatissima come quella attuale. Siamo convinti sia stato corretto da parte del sindaco scegliere una persona che conosce bene la Rap e che possa essere da subito operativo per affrontare i problemi che affliggono l’azienda, puntando a migliorare nello stesso tempo i servizi resi alla cittadinanza. La gestione Norata non ha certamente portato ai risultati che avremmo auspicato, al netto delle responsabilità regionali. E' sotto gli occhi di tutti come sia stato fatto poco per il miglioramento della raccolta differenziata e per la pianificazione delle azioni  mirate a ottimizzare la raccolta dei rifiuti. Anche la gestione del personale del personale è stata deludente, basta pensare all'incompiuta mobilità interaziendale da Reset. Siamo pronti ad incontrare al più presto Maurizio Miliziano, cui vanno i nostri migliori auguri di buon lavoro. Chiediamo sin da ora la modulazione di un cronoprogramma chiaro per affrontare i prossimi difficili mesi, che vedranno la discarica di Bellolampo saturarsi. E' necessario pianificare gli interventi per non innescare altre situazioni di emergenza sotto il profilo sanitario o della sostenibilità aziendale".

Così invece l'assessore Sergio Marino: "Si è voluti  essere rapidi e si è puntato sulla conoscenza ed esperienza già maturata all’interno di Rap, ma anche su un giovane professionista ,e ciò per evitare rallentamenti non conciliabili con il compito da svolgere. All'avvocato Miliziano spetta un compito certamente non facile ma l’entusiasmo che lo contraddistingue , gli ottimi rapporti che ha saputo stabilire all’interno della Azienda ma anche tra i nostri concittadini , lo aiuteranno ad affrontare le sfide che lo aspettano. All'avvocato Miliziano chiediamo maggiore attenzione al sistema di raccolta per dare maggiore decoro alla nostra città e una forte accelerazione sulla realizzazione del sistema di raccolta differenziata porta a porta per il quale il Comune ha reperito risorse finanziarie non trascurabili. Con una attenzione sempre alta al sistema impiantistico di Bellolampo che deve avere una portata sulla intera area metropolitana. Il Socio unico Comune di Palermo sarà al suo fianco come sempre  per rispettare gli impegni già presi e per consentire una gestione serena della azienda".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento