rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Il nuovo progetto

Sacchetti colorati e Qr code, a febbraio parte la differenziata nei mercatini: s'inizia in viale Campania

La Rap si occuperà della raccolta "stallo a stallo" dei rifiuti, che saranno selezionati direttamente dagli ambulanti. La sperimentazione, che durerà 9 settimane, scatterà con un'ordinanza del sindaco. L'assessore Forzinetti: "Vogliamo dare un segnale concreto". Caruso: "L'esercente avrà l'onere di lasciare pulita la sua area"

Stop ai rifiuti abbandonati in strada dopo i mercatini rionali con un nuovo progetto di raccolta differenziata che chiamerà in causa direttamente gli ambulanti. Entro metà febbraio l'amministrazione comunale conta di avviare il servizio in via sperimentale, dotando di appositi sacchetti gli oltre 100 esercenti autorizzati ad occupare uno stallo nei 23 mercatini della città.

Della consegna dei sacchi - che avranno una colorazione differente a seconda della tipologia di rifiuto (organico, plastica-metalli e residuo) e un Qr code associato ad ogni singolo ambulante - se ne occuperà l'assessorato comunale alle Attività produttive, che fornirà anche un vademecum; mentre la Rap  gestirà la raccolta "stallo a stallo" dei rifiuti differenziati.

Gli operatori ecologici avranno in dotazione dei telefoni con un software in grado di tracciare i rifiuti conferiti dai singoli esercenti, che saranno registrati in una scheda anagrafica. Il sistema consentirà di identificare gli ambulanti, il loro numero di stallo e il mercato in cui operano. Il database con le informazioni di tutti i commercianti autorizzati verrà utilizzato non solo dalla Rap ma anche da chi dovrà effettuare i controlli.

Il nuovo servizio di raccolta dei rifiuti verrà sperimentato per 9 settimane nel mercatino del mercoledì in viale Campania sulla scorta di un'ordinanza che verrà emanata dal sindaco Roberto Lagalla. Gli ambulanti dovranno esporre i sacchi colorati accanto alle bancarelle e separare i rifiuti. La fase iniziale sarà un vero e proprio test sul decoro. Finora le varie amministrazioni comunali hanno tollerato gli esercenti (siano essi in regola o abusivi) che insozzano di rifiuti le aree in cui si svolgono i mercatini. Le "cartoline" dai quartieri sono imbarazzanti, al limite dell'inverosimile: immondizia dappertutto, cittadini e automobilisti costretti a fare lo slalom tra cassette di frutta, scarti di pesce e ortaggi, resti di ghiaccio, bottiglie di vetro; ma anche buste di plastica e carta che con il vento volano via e non vengono più recuperate. 

Una situazione insostenibile che tra l'altro costringe la Rap ad un super lavoro (non sempre efficace) alla fine di ogni mercatino. "La mole di rifiuti abbandonati senza regole non comporta solo disagi all’azienda che deve organizzare i turni di lavoro per una pulizia accurata, ma è anche un brutto biglietto da visita che crea problemi ai residenti, facendo allungare i tempi di apertura delle strade dopo i mercati. Noi faremo la nostra parte, ma l'esercente avrà l'onere di lasciare pulita la sua area, raccogliendo i rifiuti prodotti e selezionandoli". A dirlo è l'amministratore unico di Rap, Girolamo Caruso, che ieri nella sede di piazzetta Cairoli ha icontrato l'assessore alle Attività produttive Giuliano Forzinetti, assieme a dirigenti e funzionari del Comune.   

"Le azioni individuate in maniera sinergica - prosegue Caruso - porteranno sicuramente al miglioramento del livello di igiene e vivibilità dei mercati". Rap e Comune, assieme alla polizia municipale e alla commissione Attività produttive si incontreranno la prossima settimana, verosimilmente lunedì, per mettere a punto gli ultimi dettagli.

Dal canto suo, l'assessore Forzinetti auspica "un cambio di passo sul fronte della differenziata". E conclude: "Vogliamo dare un segnale concreto per un settore fondamentale per la nostra città, che proviamo così a regolarizzare e sviluppare in modo più proficuo per i residenti e per gli stessi operatori economici".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sacchetti colorati e Qr code, a febbraio parte la differenziata nei mercatini: s'inizia in viale Campania

PalermoToday è in caricamento