Cronaca

Rifiuti, Fasola (Ugl): "Città in ginocchio"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Oramai è un girone dell’inferno, la splendida Palermo oggi offre il peggio di se stessa e ciò non accade per caso”. A lanciare l’ennesimo grido d’allarme è Franco Fasola, segretario responsabile dell’Ugl Unione Territoriale del Lavoro di Palermo. "Gravi responsabilità amministrative stanno alla base del deturpamento ambientale e sociale del capoluogo regionale - dichiara Fasola - dalla pessima gestione della Ztl ai rifiuti ingombranti che convivono al fianco dei cittadini nell’indifferenza generale, dove interi quartieri ne sono invasi nell’inerzia generale, alle salme accatastate al cimitero dei Rotoli, un girone dell’inferno da cui sembra poter non uscire. In più il nuovo Covid che alimenta sempre più l’inoccupazione. Parallelamente abbiamo potenziali lavoratori in atto inutilizzati ma che percepiscono il reddito di cittadinanza senza alcun indirizzo lavorativo ma che paradossalmente di contro alimentano il lavoro in nero creando anche dei gravi assembramenti davanti gli sportelli postali in questi ultimi giorni in barba alle disposizioni sanitarie anti covid vigenti. Uno scenario devastante - conclude il sindacalista - abbiamo un primo cittadino che come tale dovrebbe porsi qualche domanda sul perché di questo scempio, è giunto il tempo di un reale cambio di marcia e non più di proclami di facciata”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, Fasola (Ugl): "Città in ginocchio"

PalermoToday è in caricamento