Raddoppiano gli accessi all'isola ecologica dello Sperone, la Rap: "Servono altri 20 centri"

Febbraio "viaggia" verso i 3 mila utenti, già 2.150 gli scontrini rilasciati per il sistema premiante a chi differenzia i rifiuti. Norata parla di "svolta nella pulizia della città" con l'apertura di nuove piattaforme. E Orlando annuncia: "A breve l'ordinanza per piazza delle Pace"

Utenti depositano i rifiuti all'interno dell'isola ecologica

Il Centro comunale di raccolta dei rifiuti di viale dei Picciotti "corre" verso il raddoppio di accessi degli utenti: dai 1.500 di gennaio ai 3.000 stimati entro febbraio (nei primi 15 giorni del mese sono stati già rilasciati 2.150 scontrini). E la Rap pensa alla svolta nella pulizia della città con l'apertura di altre isole ecologiche. "Non meno di 20" dice l'amministratore unico Giuseppe Norata, che strappa al Comune la promessa di un'imminente attivazione del centro di raccolta di piazza della Pace, al Borgo Vecchio. "A giorni sarà emanata l'ordinanza - garantisce il sindaco Leoluca Orlando - interverremo così in un'area importante della città, in vista degli ulteriori centri da realizzare in tutte le circoscrizioni".

La strada è segnata. Resta da verificare il rispetto dei tempi. I Ccr nelle otto circoscrizioni cittadine sono stati previsti da un regolamento approvato in Consiglio nell'ormai lontano 2013 ma si è arrivati all'apertura del primo - quello di viale dei Picciotti - solo il 28 dicembre scorso. In poco tempo i risultati sono già tangibili nei numeri forniti dalla Rap. Non meno di 80-100 accessi al giorno; 80 tonnellate di materiale differenziato recuperato a gennaio, già più di 100 in questo scorcio di febbraio; 180 scontrini emessi in media ogni giorno, che danno diritto ad un sistema premiante: biglietti Amat in cambio di rifiuti, opportunamente separati e avviati al riciclo. Tanto che la Rap sta prendendo in considerazione la possibilità di estendere l’apertura del Ccr anche la domenica, oltre all'attuale orario da lunedì a sabato (dalle 7 alle 17).

Da oggi è possibile conferire anche i toner e le cartucce di stampanti utilizzati in ambito domestico, in virtù di una convenzione gratuita tra la Rap e la società privata Ugri di Carini. "Oltre a rendere disponibili i contenitori idonei - soiega Norata - la ditta provvede al corretto smaltimento di questi rifiuti, sempre in maniera gratuita. Oggi 80 chili di cartucce e toner sono stati smaltiti correttamente. Stiamo parlando di rifiuti speciali che prima veniva probabilmente buttati nei contenitori dell’indifferenziato, per andare a finire a Bellolampo con grave danno per l’ambiente". 

Soddisfatto anche Bernardo Urso, legale rappresentante della Ugri, che aggiunge: "Questa convenzione nasce per dare alla collettività un ulteriore strumento al fine di non buttare su strada questa tipologia di rifiuti. La nostra azienda, che quest’anno compie 35 anni di attività, ha sempre portato avanti iniziative che avessero come obiettivo il rispetto dell’ambiente. In cantiere per quest’anno un progetto di bonifica gratuito di un sito destinato ai più piccoli e diverse attività di beneficenza".

Presso il Ccr di viale dei Picciotti sono presenti anche gli addetti della Srr Palermo Area Metropolitana per le relative attività d'informazione sulla raccolta differenziata e sull’avvio del quinto step di "Palermo differenziata 2 denominato "Settecannoli". "Consegneremo i kit agli utenti dei quartieri coinvolti - annuncia il presidente della Srr Natale Tubiolo - oltre alla distribuzione delle compostiere alle utenze domestiche che hanno giardini".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in moto, morto cuoco palermitano di 36 anni a Padova

  • Polizzi Generosa, netturbino morto folgorato: colpito da un fulmine mentre lavorava

  • E' morto il fratello di Franco Franchi: per più di 30 anni gestì il bar di via Cavour

  • Più di 7 milioni di euro di immobili all'asta, come aggiudicarsi le 36 case in viale del Fante

  • Un'intera strada rubava la luce: scoperti 8 mila metri quadri di costruzioni abusive a Carini

  • Ex imprenditore trovato morto in casa, giallo a Terrasini: indagano i carabinieri

Torna su
PalermoToday è in caricamento