Cronaca

Bellolampo, sì della Regione alla copertura della sesta vasca: "Evitata nuova emergenza"

Non appena verranno eseguiti i lavori, la Rap potrà interrompere i conferimenti in altri impianti e l'autonomia della discarica sarà prolungata di almeno sei mesi. Cordaro: "Ci siamo mossi nell'ottica di una reale collaborazione istituzionale, settima vasca in funzione tra 2 anni"

Via libera dal governo Musumeci alla copertura della sesta vasca di Bellolampo. L’assessore regionale al Territorio e Ambiente Toto Cordaro ha firmato il decreto con il quale si autorizza il progetto realizzato dalla Rap, l'ex municipalizzata del Comune che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti, per consentire di ampliare di 140 mila metri cubi la capacità complessiva della discarica senza comprometterne la stabilità. 

Non appena verranno eseguiti i lavori, la Rap potrà interrompere i conferimenti in altri impianti e l'autonomia della discarica sarà prolungata di almeno sei mesi. "Tutto ciò in attesa dell’entrata in funzione della settima vasca, che dovrebbe avvenire tra circa due anni". A scandire i tempi è l'assessore al Territorio e Ambiente, Toto Cordaro, che spiega: "Sul tema dei rifiuti, il governo regionale dimostra di essere puntuale e di rispettare rigorosamente i termini fissati dalla legge per l’esecuzione dei provvedimenti amministrativi. Ancora una volta ci siamo mossi nell’ottica di una reale collaborazione istituzionale, perché su temi strategici come questo occorre dare risposte concrete e tempestive alle comunità locali senza guardare al colore politico".

Nel progetto trova spazio anche il tema dell’ecosostenibilità. E' prevista, tra l’altro, l’installazione di un impianto di captazione del biogas prodotto in discarica, per la successiva vendita a Snam, e di un campo fotovoltaico che alimenterà circa 50 mila abitazioni.

In serata è arrivato il commento di Leoluca Orlando: "L'approvazione da parte della Regione del progetto di Rap per la copertura definitiva della sesta vasca di Bellolampo è un passo ulteriore verso la normalità della raccolta e gestione dei rifiuti a Palermo. Una normalità che continua ad essere imperniata sulla gestione e sull'impiantistica pubblica e che sempre più deve puntare sulla differenziata, proseguendo nel solco del dialogo e della collaborazione istituzionale che coinvolge il Ministero, la Regione, il Comune e la Rap".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bellolampo, sì della Regione alla copertura della sesta vasca: "Evitata nuova emergenza"

PalermoToday è in caricamento