Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Movida, linea dura dei gestori: pronto ricorso al Tar

Un cartello di settanta locali e pub la prossima settimana si rivolgerà al Tribunale amministrativo per chiedere lo stop dell'ordinanza: "Abbiamo atteso l'amministrazione comunale quasi un mese, troppe le criticità"

I gestori di pub e locali notturni sono pronti a ricorrere al Tar per impugnare l'ordinanza comunale sulla movida. "Abbiamo atteso quasi un mese, aspettando un incontro con l'amministrazione che non c'è mai stato", spiegano Eduardo De Filippis ed Antonio Ferrante, portavoce dei circa 70 gestori che hanno firmato il documento di "controproposta". "In questo periodo - proseguono - abbiamo presentato una proposta di modifica utile per garantire la corretta applicazione dell'ordinanza ma ciò non è servito per far capire al sindaco Orlando che questo provvedimento sta penalizzando pesantemente i gestori che hanno le attività regolarmente registrate, con dipendenti in regola, affitti da pagare e costi di gestione assai elevati che, in un mercato inflazionato ed in un momento di crisi come quello globale che stiamo attraversando, stentano a sopravvivere".

Secondo i due rappresentanti l'unica strada possibile è quella legale: "Non ci resta che agire giuridicamente impugnando l'ordinanza presentando un ricorso al Tar". Provvedimento che, secondo De Filippis, presenta diverse criticità: "Una di queste - afferma il consigliere della settima circoscrizione - riguarda l'applicazione in tutta il perimetro cittadino di questo provvedimento, quando per legge andrebbe prevista una suddivisione in aree". E attacca l'operato dell'amministrazione: "In questa città - conclude De Filippis- si è avviato un percorso di repressione nei confronti di alcuni settori favorendo la legalizzazione dell'abusivismo. Inoltre abbiamo registrato la volontà da parte di altri consiglieri di circoscrizioni ed alcuni consiglieri comunali di firmare insieme a noi il ricorso che sarà presentato la prossima settimana".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida, linea dura dei gestori: pronto ricorso al Tar

PalermoToday è in caricamento