Manca regolamento, Ztl a rischio ricorsi in caso di modifiche: "Comune si cauteli"

Il presidente del Consiglio Orlando sollecita la Giunta a portare in Aula una delibera sulla scorta della legge 3 del 2016. "Faccio appello all'assessore". Anello: "Regolamento unico atto legittimo". Stop alla Ztl notturna? Catania: "Non credo, ma farò un approfondimento"

La Ztl notturna potrebbe mettere a rischio l'intero provvedimento che riguarda le limitazioni al traffico in centro città. A mettere in guardia l'amministrazione è una nota della presidenza del Consiglio comunale, che sollecita la Giunta ad approvare il regolamento sulla Ztl - così come previsto dall'articolo 12 della legge regionale 3 del 2016 - ed a portarlo al più presto a Sala delle Lapidi.

Nella legge in questione, la finanziaria regionale di tre anni fa, c'è un emendamento (firmato dall'allora deputato forzista Giuseppe Milazzo) che impone ai Comuni che hanno istituito le Ztl di mettere nero su bianco le tariffe, le riduzioni per i veicoli meno inquinanti, l'accesso gratuito per determinate categorie, le agevolazioni per i residenti, le sanzioni, oltre alle misure che possano incentivare il trasporto pubblico in un apposito regolamento. La norma, impugnata dal Consiglio dei ministri, è stata successivamente dichiarata legittima dalla Consulta, in quanto lo statuto speciale della Regione Siciliana consente di intervenire sugli enti locali.   

Il regolamento doveva essere approvato dal Comune entro 90 giorni e ancora non è stato varato. Tuttavia non ha avuto ripercussioni sulla Ztl, perché era stata istituita antecedentemente alla legge. Prima con una delibera di Consiglio e poi con un atto amministrativo che ha stabilito le regole per gli automobilisti. Adesso, però, una modifica del provvedimento per introdurre la Ztl notturna metterebbe tutto l'impianto a rischio. Non a caso il presidente del Consiglio comunale, Totò Orlando, chiede che "una proposta di deliberazione ai sensi della legge 3 del 2016 pervenga tempestivamente a Sala delle Lapidi". E ciò, scrive ancora, "come opportuna iniziativa di cautela dell'amministrazione". 

Un'indicazione per mettere la Ztl al riparo da eventuali ricorsi. Totò Orlando si rivolge direttamente all'assessore alla Mobilità, Giusto Catania, che nei giorni scorsi ha annunciato il via alla Ztl notturna a partire dal 6 dicembre: "Faccio appello all'assssore - dice Orlando a PalermoToday - affinché la Giunta porti al più presto il regolamento Ztl in Aula. C'è una norma regionale che lo impone e i termini sono già scaduti". 

L'assessore Catania sostiene che la questione "merita un approfondimento" e per questa ragione darà indicazioni agli uffici "di rispondere formalmente alla nota del presidente del Consiglio". Tuttavia non ritiene che l'iter per l'istituzione della Ztl notturna debba fermarsi: "Non credo, anche perché si tratta di una sperimentazione". Quindi aggiunge: "Ringrazio Totò Orlando perché l'intento del suo intervento è di mettere in sicurezza un provvedimento fondamentale come la Ztl". Sul regolamento, però, l'assessore afferma che "dovrebbe essere superato dalle motivazioni della sentenza del Cga al primo ricorso contro la Ztl. Il disciplinare tecnico, emanato con delibera di Giunta e successivamente modificato sempre dalla Giunta, - dice a caldo Catania - contiene già le misure e le deroghe previste dalla legge regionale. Inoltre, il Codice della Strada dice che la regolamentazione della Ztl è di competenza esclusiva della Giunta e il Cga lo conferma con la sua sentenza. In tutti i casi, disporrò un approfondimento".

A ribadire che la competenza in materia sia del Consiglio ci pensa anche Alessandro Anello, vicepresidente della commissione Attività produttive. "Piuttosto che inventarsi sperimentazioni, peraltro nemmeno condivise dalle associazioni di categoria, l'assessore Catania si dovrebbe attivare immediatamente per redigere il regolamento che disciplina della Ztl. Si tratta dell'unico atto necessario e legittimo". Così Anello che, assieme ad altri consiglieri, auspica un confronto in Aula con l'assessore per affrontare nel complesso il piano di mobilità sostenibile (Ztl inclusa). "A mio avviso - conclude Anello - la Ztl, senza i controlli e le telecamere in funzione, non riuscirà a ridurre realmente il flusso veicolare in centro storico. Soprattutto di notte".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo protagonista, prevista "tempesta violenta": diramata allerta meteo gialla

  • La lettera: "Silvana Saguto ci hai tolto tutto, tu mangiavi sempre al ristorante e noi un pezzo di pane"

  • Folle serata allo Sperone, litiga con la moglie per i Sofficini e viene arrestato

  • L'arancina più buona a Palermo, gara alla vigilia di Santa Lucia: vince il Bar Matranga

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Un colpo di pistola in aria e poi l'assalto al portavalori, rapina da 65 mila euro a Bagheria

Torna su
PalermoToday è in caricamento