Cronaca Tribunali-Castellammare / Piazza Pretoria

Agli eroi dell'alluvione le nuove "tessere preziose" del mosaico Palermo

La cerimonia a Palazzo delle Aquile. Il sindaco Leoluca Orlando ha voluto conferire il riconoscimento a sedici agenti e al comando provinciale dei vigili del fuoco per la loro "professionalità e generosità"

La divisa è quella delle grandi occasioni, quella invernale, nonostante a Palazzo delle Aquile la temperatura superi i 30 gradi. E non poteva essere altrimenti nel giorno in cui il sindaco Leoluca Orlando ha consegnato i riconoscimenti a poliziotti e vigili del fuoco per gli interventi fatti durante l’alluvione del 15 luglio. Il mosaico di Palermo oggi viene arricchito dalla presenza di 17 nuove "tessere preziose". Si tratta degli agenti scelti Francesco Ruggieri, Giuseppe Randazzo, Massimiliano Imperiale, Matteo Arcara, Matteo Cangemi, Salvatore Di Perna, Salvatore Vitale e Vincenzo Dell’Arte, il viceispettore Rosario Marino, il commissario Salvatore Domenico Vasapolli, il capopattuglia Achille Sagone, l'assistente Alessio Patricolo, gli assistenti capo Salvatore Genovese, l’autista assistente capo Andrea Terrasini, il gregario assistente Alessio Frisco e il gregario assistente capo Massimiliano Campo.

Davanti al prefetto Giuseppe Forlani, al questore Renato Cortese e al comandante provinciale dei vigili del fuoco Agatino Carrolo, il primo cittadino ha voluto esprimere agli agenti in servizio nei reparti dell'Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico e delle Unità operative di pronto intervento “l’ammirazione di tutti per l’impegno profuso quotidianamente per rendere migliore questa città. Siamo un mosaico fatto di tessere - ha aggiunto Orlando - di colori e forme diverse. Ci sono i cocci di pietra e i cocci di tacca, ma quando incontriamo un coccio prezioso invece lo riconosciamo”. Il Sindaco ha voluto spendere qualche parola per quella quegli uomini in divisa che hanno mostrato "professionalità e generosità per difendere la vita".

L'ultima tessera, non per importanza, è stata data ai vigili del fuoco del Comando provinciale, impegnati nel giorno di Santa Rosalia e per oltre 3 giorni con gli allagamenti che hanno messo in ginocchio la città. A firmare il libro del mosaico al posto loro c'era il comandante Agatino Carrolo.

Per il prefetto Forlani l'intervento in risposta alla bomba d'acqua è stato un "esempio di organizzazione del sistema per il soccorso. Grande collaborazione istituzionale prima di tutto per la salvaguardia della vita umana". Per il questore Cortese. "L'apprezzamento va a tutti coloro che hanno salvato con coraggio tante persone, un impegno degli agenti che è andato oltre la divisa e oltre il servizio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agli eroi dell'alluvione le nuove "tessere preziose" del mosaico Palermo

PalermoToday è in caricamento