Cronaca

"Richiesta installazione rilevatori di co2 sui mezzi di soccorso a Palermo"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

L’associazione autisti soccorritori italiani ( AASI ), dopo i gravi fatti avvenuti a Ragusa, fatti appresi da le varie news di cronaca giornalistica, che hanno riportato la notizia dell’intossicazione da monossido di carbonio da parte di alcuni ospiti di una struttura alberghiera, l’AASI, P R O P O N E Come già fatto nel 2016, agli organi in indirizzo di voler valutare l’ipotesi di rendere obbligatorio la dotazione agli equipaggi dei mezzi del servizio urgenza emergenza di rilevatori per il monossido ed altri gas nocivi, tali DPI verrebbero istallati a tutela della salute degli equipaggi del servizio emergenza, sia dipendenti che volontari, proprio per dire:” La scena è sicura”, nonché a tutela della salute pubblica. In previsione delle temperature rigide dell’inverno, in molte case, si ha una elevata incidenza del riscaldamento “vecchio stile” stufe a legna o camini o stufe a GPL o ancora vecchie caldaie ormai mal funzionanti, dai fatti di cronaca anno dopo anno di registrano dal nord al sud d’Italia molti decessi per queste cause. Tale progetto è in fase di attivazione nella regione Emilia Romagna dr. stefano casabianca

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Richiesta installazione rilevatori di co2 sui mezzi di soccorso a Palermo"

PalermoToday è in caricamento