Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

"Ha drogato e violentato un ragazzino", chiesti 15 anni di carcere per un quarantenne

Questa la richiesta di pena avanzata dal pm per Santo Lo Galbo. Secondo la ricostruzione degli inquirenti avrebbe adescato un giovane bengalese tra i vicoli del centro storico e avrebbe abusato di lui in casa propria

Il tribunale di Palermo

Chiesti 15 anni per il quarantenne accusato di aver violentato un ragazzino al quale aveva anche offerto cocaina ed eroina. Questa la condanna proposta dal pm Chiara Capoluongo per Santo Lo Galbo, arrestato nel dicembre 2016 dopo il racconto di un giovane bengalese che ha trovato il coraggio di aprirsi e raccontare tutto. Il processo con rito abbreviato si svolge davanti alla seconda sezione penale del tribunale di Palermo.

Il racconto: "Mi pagava, l'abbiamo fatto 15 volte"

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti Lo Galbo avrebbe avvicinato il ragazzo tra i vicoli di Ballarò e Vucciria. Prima quattro chiacchiere, poi l’invito a bere una birra o una Coca cola insieme, magari facendo anche due tiri da una canna. Infine la proposta di andare a vedere casa dell’uomo. "Io lo facevo, cioè andavo con lui e mi drogavo, perché mi sentivo più grande e lo dicevo ai miei amici per vantarmi…”. Dopo l'arresto e la reclusione l'uomo non ha presentato istanza di scarcerazione entro i termini ed è rimasto dietro le sbarre.

Il ragazzino, che ha confermato le accuse anche durante l’incidente probatorio, ha spiegato che dopo l’assunzione degli stupefacenti Lo Galbo gli avrebbe chiesto di toccarlo e avere rapporti sessuali completi con lui. Poi lo avrebbe costretto, minacciandolo anche con un coltello poggiato sul suo corpo. Alla prossima udienza sarà il giudice a decidere quale pena infliggere al quarantenne per i reati di violenza sessuali e cessione di sostanze stupefacenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ha drogato e violentato un ragazzino", chiesti 15 anni di carcere per un quarantenne

PalermoToday è in caricamento