menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'arresto del nigeriano

L'arresto del nigeriano

Gestiva la piazza di spaccio a Palermo, si nascondeva in Toscana: arrestato

Un 29enne nigeriano è stato sorpreso a San Giovanni Valdarno (in provincia di Arezzo) e arrestato dai carabinieri: era fuggito dalla Sicilia, facendo perdere le proprie tracce

Era sfuggito alla cattura a Palermo e si era nascosto in Toscana. Un 29enne nigeriano, ricercato perché destinatario di un ordine di carcerazione, è stato sorpreso nella notte e arrestato dai carabinieri. Faceva parte, insieme ad altri nove connazionali, di una banda ben strutturata, ramificata e collegata alla criminalità organizzata nigeriana. Lo straniero è stato rintracciato dai carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di San Giovanni Valdarno (in provincia di Arezzo) nel centro storico di Montevarchi.

Controllato in piena notte dalla pattuglia dei militari, il 29enne nigeriano è stato accompagnato in caserma per approfondirne la posizione, in quanto, dalla consultazione della banca dati delle forze di polizia, lo straniero risultava colpito da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Il nigeriano risulta contiguo a un'organizzazione criminale che gestiva un vasto giro di spaccio di sostanze stupefacenti, soprattutto eroina e cocaina, in zone del Palermitano nel 2017 e nel 2018.

Le indagini, condotte dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, hanno portato all'emissione di un'ordinanza da parte del Tribunale di Palermo con l'applicazione di numerose misure cautelari per gli appartenenti al sodalizio criminale. Il nigeriano arrestato dai carabinieri di San Giovanni Valdarno era stato destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere che però non era mai stata applicata poichè era fuggito dalla Sicilia, facendo perdere le proprie tracce. Il 29enne è stato arrestato e condotto nel carcere di Arezzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento