Palermitano fa strage di ricci di mare: multa da duemila euro

E' successo nelle acque di Cala Rossa, nel territorio di San Vito Lo Capo. In azione i militari della Capitaneria di porto

Multa salata per un sub palermitano sorpreso a raccogliere ricci in mare. E' successo nelle acque di Cala Rossa, nel territorio di San Vito Lo Capo. Il palermitano aveva fatto razzia di ricci di mare: trecento il suo "bottino", in un periodo, peraltro, che ne vieta la pesca. L'uomo però è stato bloccato dai militari della Capitaneria di porto - intervenuti dopo una segnalazione telefonica - e poi identificato. Per lui è poi scattata una maxi multa da duemila euro. I ricci sono stati sequestrati e rigettati in mare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Omicidio a Camporeale, colpi di pistola in piazza: morto un ragazzo di 26 anni

  • Le mosse anti Covid di Orlando: nessun coprifuoco ma divieto di sostare in strada

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Maestra positiva al Covid e classe d'asilo in quarantena, i genitori: "Comunicazione arrivata tardi"

  • Gli insulti, la sparatoria in piazza e la chiamata al 112: "Questa è l'arma con cui l'ho ucciso"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento