rotate-mobile

VIDEO | Dopo quattro anni torna il pubblico all'ippodromo: in duemila per l'apertura

Palermo riscopre la passione per l'ippica. Oggi, come se il tempo non fosse mai passato, la città ha risposto con entusiasmo. Tra gli appassionati, i curiosi e le famiglie c'era anche Orlando

Quattro anni fa l'ultima corsa l'ultima corsa con il pubblico presente all'ippodromo della Favorita. E oggi, come se il tempo non fosse mai passato, la città ha risposto con entusiasmo alla riapertura delle tribune e del parterre con la nuova gestione targata Sipet. Quasi duemila gli spettatori, rigorosamente dotati di super green pass e con le mascherine al volto, che sono accorsi dentro l'impianto di viale del Fante per assistere alla giornata di corse. Un convegno impreziosito dal campionato italiano gentlemen, dal Criterium Siciliano e dai due gran premi "Città di Palermo" con cavalli e driver provenienti da ogni parte d'Italia.

Presenti anche le autorità: dal sindaco Leoluca Orlando al presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè. E poi appassionati, curiosi, famiglie con bambini e passeggini al seguito. Anche il clima ha contribuito a rendere magica l'atmosfera. Tra una corsa e l'altra gli spettatori, oltre che piazzare qualche scommessa, hanno potuto assaggiare le specialità dello streetfood offerto da Qcino e degustare qualche bicchiere di vino Franciacorta. Un divertimento anche per i bamabini, che hanno potuto fare un giro in sella al pony bianco nel giardino antistante all'ingresso.

Entusiasta della risposta della città il responsabile ippico della Sipet Francesco Ruffo della Scaletta. "Questa giornata di corse - afferma Ruffo - la prima con il pubblico accorso numeroso alla Favorita, conferma il potenziale di Palermo e della Sicilia. Un potenziale di cui l'ippica non può fare a meno. Per questo motivo chiediamo ancora una volta l'equiparazione di Palermo agli altri ippodromi e il giusto posto nella programmazione nazionale".

"Oggi l'ippodromo riprende finalmente vita – dicono all'unisono Antonio Paccosi e Tommaso Di Matteo, rispettivamente amministratore delegato e consigliere d'amministrazione della Sipet - e da qui in avanti sarà uno spazio non solo dedicato ai cavalli ma anche ad eventi e altre manifestazioni. Siamo speranzosi che da questo inizio possa nascere una nuova epoca e Palermo possa diventare un modello per l'Italia e non soltanto".

Prima del via alle gare è stato il primo cittadino a fare il simbolico taglio del nastro. "E' un giorno importante per Palermo – dichiara Orlando - per l'ippica e per lo sport in generale. Riapre il meraviglioso ippodromo nel Parco della Favorita. Da qui parte un messaggio di grande speranza per il presente e il futuro della città. Questo impianto sarà utilizzato anche per grandi manifestazioni concertistiche. Così Palermo si attrezza non soltanto del suo tradizionale ippodromo – conclude - ma anche di uno spazio di straordinaria bellezza che potrà consolidare e arricchire ulteriormente l'attrattività della città". Sulla stessa lunghezza d'onda l'assessore allo Sport Petralia Camassa: "Un impianto meraviglioso, centro dell’ippica e punto di riferimento per gli appassionati. Inoltre, come previsto dalla convenzione, l’ippodromo sarà anche destinato ad essere uno spazio per eventi e spettacoli musicali".

Gianfranco Miccichè invece cavalca la proposta di intitolare l'impianto al compianto driver e allenatore Biagio Lo Verde. “Sono felice di essere presente oggi – dice il presidente dell'Ars - all’inaugurazione dell’ippodromo di Palermo, nel Parco della Favorita. È un ricordo di quando ero ragazzino. Firmerò la petizione per intitolare l’ippodromo a Biagio Lo Verde, driver importante della Favorita definito il 'Signore dell’ippica'. Io e tutti coloro che lo hanno conosciuto lo ricordiamo come una persona meravigliosa”.

Anche lo spettacolo in pista è stato di grande livello. Corsaronero Font, con in sulky Antonino Pecoraro (proprietario Giuseppe Mangione), ha vinto il città di Palermo riservato ai 3 anni maschi. Battendo col tempo di 1.13.8 i più quotati Caronte Trebì e Chrono Ek, guidati da Gaspare Lo Verde e Giampiero Minnucci. Caramel Club invece ha trionfato nel gran premio dedicato alle femmine di tre anni. La cavalla guidata da Alessandro Gocciadoro ha superato Cherie Vit e Carabela col tempo di 1.13.1. La quinta corsa, Premio Criterium Siciliano, era invece dedicata a Biagio Lo Verde ed è stata vinta da Deep Breath guidato da Giuseppe Porzio davanti a Dulche De Leche e Dok Light. Infine Elena Villani Orlando si è aggiudicataQ il campionato italiano gentleman.

Si parla di

Video popolari

VIDEO | Dopo quattro anni torna il pubblico all'ippodromo: in duemila per l'apertura

PalermoToday è in caricamento