Cronaca

Punta Raisi, niente sciopero: oggi si vola

Rinviata a data da destinarsi l'azione di protesta degli uomini della torre di controllo. Lo sciopero è stato scongiurato in extremis, per evitare la completa paralisi aerea in Sicilia, dopo la chiusura degli scali orientali, messi in ginocchio dall'Etna

I controllori del traffico aereo hanno deciso di posticipare lo sciopero di otto ore, fissato per oggi. Gli uomini della torre di controllo di Punta Raisi hanno accettato di rinviare a data da destinarsi la loro azione di protesta per evitare la paralisi aerea in Sicilia. Gli aeroporti orientali infatti (Comiso e Catania) stanno facendo i conti con le bizze dell'Etna. La decisione è arrivata ieri sera, dopo una riunione fiume. I controllori, che avrebbero dovuto incrociare le braccia dalle 10 alle 18, hanno ottenuto la promessa che nei prossimi giorni verrà aperto un tavolo di trattativa.

"Si tratta di un grande atto di responsabilità dei controllori del traffico aereo - si legge in una nota - che vista la chiusura degli scalo della Sicilia orientale antepongono il bene collettivo della Sicilia a tutto il resto e decidono di rinviare lo sciopero proclamato a data da destinarsi". Accolta quindi la richiesta del Prefetto di Palermo, dopo un vertice con la Commissione di Garanzia.

Secondo alcune fonti interne al centro della vertenza ci sarebbe il sistema di “teleallertamento heelp”, installato nello scalo palermitano a gennaio del 2013. Un sistema per la sicurezza dell’aeroporto che viene attivato in caso di incidente. Ma se ne parlerà più avanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punta Raisi, niente sciopero: oggi si vola

PalermoToday è in caricamento