Cronaca

Mafia, i periti in aula confermano: “Riina può assistere al processo”

I tre consulenti hanno stabilito che il Capo di capi "è in grado di intendere e di volere e può essere processato normalmente pur soffrendo del morbo di Parkinson e di problemi di cuore". Il boss: "Sono un capro espiatorio"

I periti medico-legali hanno confermato oggi in aula che Totò Riina è in grado di intendere e di volere e può essere processato normalmente pur soffrendo del morbo di Parkinson e di problemi di cuore. I tre consulenti, sono stati ascoltati dalla Corte d'Assise d'Appello di Caltanissetta nel corso del processo per alcuni delitti di mafia. Stamani Riina collegato in videoconferenza dal carcere di Opera attraverso il suo avvocato il boss ha detto di essere ''un capro espiatorio''. (Fonte: Ansa.it)
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, i periti in aula confermano: “Riina può assistere al processo”

PalermoToday è in caricamento