Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Reset, Barone (Asia) contro il Comune: "Risparmia sui lavoratori malgrado gli sgravi, quando le assunzioni full time?"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Le norme in vigore in materia dei contributi previdenziali, prevedono per le aziende del sud di natura privata uno sgravio del 30% dei contributi da versare all’Inps. Seppur con qualche iniziale perplessità rispetto alla natura giuridica di Reset, l’Inps ha confermato tale agevolazione per l’anno in corso. E' bene specificare che questa agevolazione, anche se subordinata ad una revisione annuale da parte dell'Ue, prevede lo sgravio fino al 2029. Ma come può l’amministrazione comunale, farsi leva su questa agevolazione per sborsare meno soldi. Come può questa amministrazione tenere ancora i dipendenti part-time?".

Così Salvo Barone, segretario del sindacato Asia, che punta il dito contro il Comune: "Addirittura nel previsionale di bilancio aziendale dello scorso anno, ma relativo all’anno in corso, l’azienda aveva ipotizzato un incremento del capitolo di bilancio di 2 milioni per il 2021, che però poteva essere compensato dall’ipotesi di un minor costo dei contributi, che paradossalmente ammonta quasi alla cifra mancante. Significa che non c'è nessuna intenzione di migliorare la condizione dei lavoratori né la qualità dei servizi che essi svolgono. C'è un solo obiettivo, ossia il risparmio sulle spalle dei lavoratori. Neanche un aiuto di due milioni dallo Stato, è utile per aumentare le ore a questi lavoratori, che proprio nel periodo di piena epidemia si sono adoperati a svolgere i servizi più disparati, nonché ad altissimo rischio. E mentre si rinvia di giorno in giorno, l’assemblea dei soci mirata all’approvazione del bilancio aziendale del 2020, si va alla ricerca del nuovo amministratore unico e il rinnovo delle altre cariche societarie, lasciando allo sbando lavoratori e servizi, per non parlare delle organizzazioni sindacali che ormai da mesi richiedono incontri, sempre disattesi. E' questo il frutto del cambio continuo di assessori al ramo, di amministratori a scadenza e di un totale disinteresse per questi lavoratori".

"Questa amministrazione comunale - conclude Barone - ha risparmiato sui lavoratori, prima licenziando i dipendenti dalla Gesip e poi mettendoli a marcire alla Reset. Ci piacerebbe essere smentiti con i fatti, magari anche subito, e vedere questi lavoratori finalmente full time. Dall'1 luglio cominciano le assemblee dei lavoratori e i sit-in: un confronto concreto sarebbe auspicato". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reset, Barone (Asia) contro il Comune: "Risparmia sui lavoratori malgrado gli sgravi, quando le assunzioni full time?"

PalermoToday è in caricamento