rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

La Reset paga 400 mila euro all'anno per sede e magazzini: "Costi eccessivi, bisogna risparmiare sugli affitti"

I dati sono emersi in terza commissione consiliare. Amella (M5S): "C'è l'area comunale di viale Strasburgo, in alternativa per parcheggiare i mezzi si può usare l'ex mattatoio o il velodromo. Per gli uffici l'amministrazione individui un bene confiscato alla mafia"

Per la sede di via Ugo La Malfa e i magazzini dove vengono parcheggiati i mezzi, ogni anno la Reset spende complessivamente "circa 400 mila euro complessivi, con un canone versato a privati che oscilla tra 50 e 100 euro per ogni veicolo a seconda della zona cittadina di provenienza". 

A fornire i dati è la terza commissione consiliare, dove è emersa "l'urgenza di individuare una drastica soluzione all'ammontare eccessivo dei costi di gestione di sede e magazzini". Così dice la consigliera del Movimento 5 Stelle, Concetta Amella, secondo cui "la rimodulazione di questi affitti dovrebbe essere una priorità dell'amministrazione comunale".

"Tutto questo impone una profonda e seria discussione sulla giusta strada da imboccare per la salvaguardia dell'economia amministrativa e per consentire a Reset un uso dei corrispettivi in favore del personale e non dei fitti" sostiene Amella, che propone di utilizzare un bene confiscato alla mafia come sede e l'area comunale di viale Strasburgo come parcheggio dei mezzi. "Ciò  consentirebbe all'azienda un risparmio immediato di circa 24 mila euro all'anno. In alternativa ci sarebbero sia l'area dell'ex mattatoio e del Velodromo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Reset paga 400 mila euro all'anno per sede e magazzini: "Costi eccessivi, bisogna risparmiare sugli affitti"

PalermoToday è in caricamento