Cronaca

Accusato di violenza sessuale dalla cugina, salvato da Facebook

La storia clandestina tra due familiari, e scoperta dalla madre di lei, era finita in Tribunale. Per giustificarsi aveva detto di essere stata costretta con la forza, ma l'archivio della chat ha dimostrato i reali contorni della relazione vissuta per mesi dai due

Tirato fuori da guai grazie alla chat di Facebook. Il gip ha assolto un giovane universitario accusato di violenza sessuale nei confronti della cugina con la quale, invece, aveva vissuto una storia durata diversi mesi. Al processo il ragazzo aveva deciso di patteggiare una pena di due anni e mezzo, risarcendo la presunta vittima con 20 mila euro. Poi è arrivata la "svolta tecnologica", grazie alla quale gli avvocati hanno potuto ricostruire la realtà dei fatti.

Una vicenda familiare scabrosa, al centro della quale c'è la relazione clandestina tra due cugini. Lui è uno studente di Lettere e Filosofia, lei è iscritta invece a Giurisprudenza. Per mesi i due si sono frequentati, sino a quando - riporta il Giornale di Sicilia - la madre della ragazza non li ha sorpresi insieme in atteggiamenti inequivocabili. Per giustificarsi con il genitore ha raccontato di essere stata costretta con la forza, sosteneva la tesi difensiva, ad avere rapporti sessuali. A quel punto il giovane, preoccupato per il peggio, ha optato per il patteggiamento e risarcito la cugina. Non molto tempo dopo l'universitario decide di cambiare avvocati.

I nuovi legali provano a puntare tutto su Facebook e sulla possibilità che si siano salvate le conversazioni tra i due cugini. L'archivio della chat del social network ha permesso di dimostrare come non ci sia stata alcuna violenza sessuale. I due clandestini innamorati, infatti, avevano vissuto una vera e propria relazione, con scambi di frasi d'amore e foto. Dopo le prime conversazioni innocenti si è passati prima alla webcam, poi alla camera da letto. Fino a quando la madre della ragazza non li ha scoperti. La tesi sostenuta dagli avvocati del giovane accusato è stata accolta, tanto da convincere giudice dell'udienza preliminare ad assolverlo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato di violenza sessuale dalla cugina, salvato da Facebook

PalermoToday è in caricamento