"Vogliamo il nuovo contratto e le promozioni", scioperano i dirigenti regionali

Direttori di terza fascia in marcia sotto Palazzo d'Orleans. Chiedono la modifica delle condizioni di lavoro con il passaggio alla seconda fascia e contestano la proposta fatta dal governo e dall'Aran

I dipendenti regionali hanno ottenuto il rinnovo del contratto mentre chi è più alto in grado ha ricevuto un "no" alle richieste avanzate. Così mercoledì i dirigenti della Regione si fermeranno. Per la prima volta i circa 1.500 direttori di terza fascia sciopereranno e marceranno sotto Palazzo d'Orleans. Chiedono il rinnovo del contratto (fermo al 2006) con il passaggio alla seconda fascia e contestano la proposta fatta dal governo e dall'Aran.

La proposta di rinnovo presentata dall'Agenzia per la contrattazione nel pubblico impiego su input del governo è stata respinta da quasi tutte le sigle sindacali, in particolare Cobas, Sadirs, Siad, Dirsi e Ugl. Adesso la protesta.

"Fino all'ultimo - dice Fabrizio Masi del Cobas - abbiamo atteso che arrivasse un segnale dal governo e dall'Aran. Ma non c'è stato alcun gesto che lasciasse intendere la volontà di ricomporre la frattura. La proposta che ci è stata fatta è irricevibile. Ci viene chiesto di accettare aumenti medi di 209 euro lordi al mese senza arretrati malgrado il contratto non venga rinnovato da ben 14 anni".I sindacati poi vorrebbero "il passaggio di tutti i dirigenti dalla terza alla seconda fascia"

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Premi per tutti.

  • vergogna

  • iti a zappari

Notizie di oggi

  • Politica

    "Governo parallelo basato su favori, amici e nemici": l'Antimafia disegna il sistema Montante

  • Politica

    Decreto Sicurezza, Orlando aggira gli uffici: avanti con le pratiche di residenza ai migranti

  • Politica

    Sgombero immediato per le case abusive in zone a rischio, via i sindaci che non applicano la legge

  • Cronaca

    "Dal totonero alle scommesse on line", così Splendore è diventato il "re" del gioco

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Torna su
PalermoToday è in caricamento