rotate-mobile
Cronaca

Vuole il reddito di cittadinanza senza avere i documenti, poi prende a calci i poliziotti: arrestato

Un palermitano di 69 anni, volto noto alle forze dell'ordine, è finito in manette dopo avere seminato il panico in un ufficio postale di Firenze

Senza alcun documento di identità al seguito, si sarebbe presentato per ben due volte all’ufficio postale per richiedere la sostituzione della carta per il reddito di cittadinanza. Ma una volta invitato, come prima cosa, a rivolgersi all’Anagrafe del Comune per farsi rilasciare un documento sarebbe andato in escandescenza, cominciando ad urlare. Un palermitano di 69 anni, volto noto alle forze di polizia, è stato arrestato a Firenze con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Dopo aver battuto i pugni sul bancone sarebbe subito intervenuta una guardia giurata per cercare di riportare la situazione alla calma, ma lo stato di agitazione del palermitano ha reso necessario anche l’intervento di due volanti della polizia. Gli agenti sono arrivati di corsa mentre nel frattempo i dipendenti, per sicurezza, avevano dovuto interrompere l’erogazione dei propri servizi, invitando inoltre le persone presenti ad uscire per sicurezza.

"Anche di fronte ai poliziotti che hanno cercato di calmarlo in tutti i modi - dicono dalla questura di Firenze - l’uomo non avrebbe reagito bene, opponendo infatti una forte resistenza anche contro gli agenti, tre dei quali (colpiti con dei calci) hanno riportato alcune contusioni. Una volta immobilizzato, il palermitano è finito in manette. A causa dell’episodio l’ufficio postale sarebbe stato costretto a fermarsi per una trentina di minuti, circostanza che ha fatto scattare nei confronti dell’indagato anche una denuncia per interruzione di pubblico servizio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vuole il reddito di cittadinanza senza avere i documenti, poi prende a calci i poliziotti: arrestato

PalermoToday è in caricamento