Cronaca

Pianoforte “solidale” per i randagi di Palermo

L’associazione Felici nella Coda, dopo il concerto “ConFido nella Lirica”, torna a sensibilizzare l’opinione pubblica con un secondo appuntamento alla Real Fonderia. Si tratta, questa volta, di “ConFido nella musica”, un recital per pianoforte voluto dal mezzosoprano milanese Giovanna Caravaggio

Andrea Benelli

Una serata di musica per i randagi di Palermo e dintorni. L’associazione Felici nella Coda, dopo il concerto “ConFido nella Lirica”, torna a sensibilizzare l’opinione pubblica con un secondo appuntamento, domani alle 19, alla Real Fonderia di Palermo.

Si tratta, questa volta, di “ConFido nella musica”, un recital per pianoforte voluto dal mezzosoprano milanese Giovanna Caravaggio, già protagonista del precedente concerto, insieme al pianista Massimiliano Bullo. Questa volta, la cantante ha voluto come interprete della serata il giovane pianista e compositore bergamasco Andrea Benelli, che si eseguirà dal vivo i suoi primi 16 brani inediti. L’ingresso è gratuito. Prima del concerto sarà offerto un aperitivo a tutti i partecipanti.

Il pianista Andrea Benelli, 34 anni, ha iniziato gli studi all’età di sei anni, con il maestro Francesco Manenti. Si è diplomato presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano: nel 2000 in organo (con il massimo dei voti e la lode) con la professoressa Ivana Valotti, nel 2002 in pianoforte (con il massimo dei voti) con il maestro Pietro Soraci e nel 2003 in clavicembalo (sempre con ottimi risultati) con la professoressa Mariolina Porrà. Dal 2002 al 2004 ha frequentato il corso per professori d’orchestra presso il Teatro alla Scala di Milano. Inoltre dal 2004 al 2006 ha frequentato il Corso per Maestri Collaboratori presso il Teatro alla Scala di Milano.

Il mezzosoprano Giovanna Caravaggio ha studiato canto presso il Conservatorio “A.Boito” di Parma sotto la guida di Anna Maria Favoni-Lottici ed in seguito ha proseguito gli studi di perfezionamento con Sara Corti-Sforni. Si è esibita in diverse città italiane e straniere con vivo successo di pubblico e di critica, nei repertori liederistico, lirico ed in quello vocale da camera. Ha collaborato in diverse produzioni con l’orchestra della Rai di Milano e con quella di Milano-Classica, con la quale ha eseguito l’opera “Il Tutore” di J.A.Hasse, registrata ed incisa dal vivo dalla Bottega Discantica. Ha eseguito “El amor brujo” di Manuel de Falla con l’Orchestra Sinfonica di Lecce ed in prima mondiale assoluta l’opera di Francesco Cavalli “Eliogabalo”, per l’Inaugurazione del Teatro di Crema. Collabora stabilmente con il Teatro alla Scala di Milano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pianoforte “solidale” per i randagi di Palermo

PalermoToday è in caricamento