Cronaca Ciaculli / Via Brasca

I netturbini svuotano un cassonetto e si attiva un razzo per barche, colpito un passante

E’ successo in via Brasca dove i sanitari hanno soccorso un uomo rimasto lievemente ferito. Le forze dell’ordine hanno scortato l’autocompattatore con il cassonetto e il suo contenuto a Bellolampo per le indagini. Il presidente della Rap, Norata: "Se è stato fatto consapevolmente, bisognerebbe paragonare Palermo a Beirut"

I carabinieri intervenuti dopo l'episodio in via Brasca

Passante colpito da un razzo segnalatore gettato tra i rifiuti. E’ successo questa mattina in via Brasca, nel quartiere Santa Maria Di Gesù, quando una squadra della Rap stava svuotando un cassonetto. "Sia all’interno che all’esterno del contenitore sono stati rinvenuti diversi razzi segnalatori d’altura utilizzati a bordo delle barche. Uno di questi, lungo 40 centimetri, si è attivato colpendo un uomo che si trovava sul lato opposto della carreggiata", ricostruiscono dalla Rap. Sono intervenuti i sanitari del 118 con un'ambulanza e le forze dell’ordine che hanno scortato l’autocompattatore fino a Bellolampo per ulteriori verifiche e i rilievi.

"Non è la prima volta - dichiara il presidente della Rap, Giuseppe Norata - che succedono certi episodi. E' inquietante quanto difficile accettare che si tratti di una bravata o di una leggerezza visto che sono stati conferiti anche ‘ordigni’ all’interno dei cassonetti. Ma se l’ignobile gesto fosse stato fatto con consapevolezza ci sarebbe da paragonare Palermo a Beirut. Mi auguro che si possa fare piena luce su questo episodio anche per rendere giustizia al nostro sfortunato concittadino e dare merito e lustro al difficile, quanto pericoloso, mestiere dei nostri operatori ecologici".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I netturbini svuotano un cassonetto e si attiva un razzo per barche, colpito un passante

PalermoToday è in caricamento