Cronaca Via Agrigento

Sequestro di persona a Villabate, era solo una fuga d'amore

Secondo quanto riferito da alcuni testimoni ai carabinieri la donna è stata costretta a salire su un furgone bianco nei pressi di casa sua. Sono scattate le ricerche. Ma poi si è scoperto che "si tratterebbe di un allontanamento volontario, non di un rapimento"

Via Agrigento a Villabate

Mistero a Villabate. Una donna di 45 anni, M.D.D.P., stamattina sarebbe stata fatta salire a forza all’interno di un furgone mentre camminava in via Agrigento, nei pressi della sua abitazione. Si era subito temuto un rapimento, pare invece si sia trattato di una fuga d'amore. Ora la donna è indagata per procurato allarme.

I fatti: secondo quanto avrebbero raccontato dal figlio della donna, che ha allertato i carabinieri, un furgone bianco si sarebbe avvicinato a lei e chi era a bordo l’avrebbe costretta a salire sul mezzo. Subito sono scattate le ricerche di polizia e carabinieri, anche con l'ausilio di un elicottero. Intorno alle 14 però fonti molto qualificate del nucleo operativo dei carabinieri hanno riferito che in realtà si è “trattato di un allontanamento volontario e non di un sequestro”, e che non vi è alcuna indagine su quello che viene ritenuto “un fatto privato”.

La donna inoltre ha dichiarato di non amare più il marito e di essere per questo salita a bordo del furgone col suo nuovo compagno. Insomma, una "fuitina" in età avanzata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestro di persona a Villabate, era solo una fuga d'amore

PalermoToday è in caricamento