menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Via Albiri, angolo via dell'Orsa Minore

Via Albiri, angolo via dell'Orsa Minore

Due assalti in pochi minuti a Falsomiele, arrestati 4 rapinatori

Presi di mira in rapida successione la farmacia Fatta in via dell'Orsa Minore e il negozio Ferdico di via Albiri. Ma all'ultimo colpo ha assistito un poliziotto libero dal servizio che ha seguito la banda fuggita a bordo di una 500

Sgominata dalla polizia una banda di quattro rapinatori che ieri pomeriggio hanno seminato il panico nel quartiere di Falsomiele. In manette sono finiti: S.B. di 20 anni, A.D.L. di 22, D.L.F.P e B.S., entrambi diciassettenni. I quattro sono accusati di aver fatto parte di una banda di malfattori che avrebbe assaltato due esercizi commerciali del quartiere.

In rapida successione, intorno alle ore 18,30, i malviventi si sarebbero resi responsabili di due blitz contro la farmacia “Fatta” di via dell’Orsa Minore e del negozio “Ferdico” di via Albiri. Praticamente identiche le dinamiche degli assalti portati dai complici con veemenza ed un coltello a serramanico. In entrambe le circostanze è stato segnalato dai testimoni delle rapine come i malviventi fossero fuggiti a bordo di una fiat 500. Questo ultimo particolare ha praticamente convinto i poliziotti che regia ed esecuzione dei colpi fosse praticamente la stessa.

Per sfortuna dei malviventi, le fasi concitate della loro fuga dal negozio Ferdico hanno destato l’attenzione di un poliziotto libero dal servizio che ha anche notato uno dei malviventi portar via il cassetto di un registratore di cassa. L’agente, intuendo che potesse essere stata perpetrata una rapina, ha così deciso di seguire la fuga dei quattro avvenuta a bordo della solita fiat 500.

In costante contatto telefonico con la centrale operativa della polizia, l’agente ha seguito la vettura in fuga nel quartiere di Bonagia laddove, nel giro di pochissimi minuti, sono state fatte convergere decine di pattuglie di polizia. La vettura dei malviventi ha proseguito la fuga fino alla via Giafar laddove è stata bloccata dalle pattuglie di polizia che, nel frattempo, avevano precluso ai complici ogni possibile via di fuga.

All’interno dell’abitacolo i poliziotti hanno rinvenuto le somme di denaro provento di entrambe le rapine (350 euro per la farmacia e 220 euro per Ferdico), il coltello a serramanico ed una confezione di nastro isolante già utilizzata per coprire parzialmente la targa della vettura utilizzata per raggiungere i luoghi delle rapine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento