Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Resuttana-San Lorenzo / Via del Quarnaro

Farmacia e supermercati: mezzogiorno di fuoco, 4 assalti in meno di un'ora

Colpo messo a segno nella farmacia Tulone, in via Aspromonte. Nel mirino anche i negozi della catena Ferdico e una donna che aveva prelevato dei soldi in via L'Emiro

Mezzogiorno di fuoco. Quattro rapine in tre quarti d'ora: un'altra ordinaria mattina di tensione in città. Nel mirino - nell'ordine - sono finiti una farmacia, due supermercati e una signora che aveva appena prelevato. Il primo assalto è stato messo a segno nella farmacia Tulone, di via Aspromonte, una traversa di via Aquileia. Un uomo con il volto coperto da un cappuccio, ha fatto irruzione e si è diretto subito verso le casse. Il rapinatore, che secondo le prime ricostruzioni non era armato, ha minacciato la cassiera. Poi si è fatto consegnare i soldi ed è fuggito a piedi. Nel giro di pochi secondi è partita la caccia al rapinatore. Sul posto è intervenuta la polizia che avrebbe già ascoltato i primi testimoni.

Qualche minuto dopo nel mirino è finito un negozio della catena Ferdico, nella vicinissima via Aquileia. In azione un uomo con il volto coperto da un passamontagna. Questa volta la rapina non è andata a segno. Il malvivente è stato infatti costretto a desistere forse per la reazione degli impiegati. L'uomo è fuggito a piedi. Sulle sue tracce si sono messi i carabinieri.

A sorpresa lo stesso rapinatore si è presentato circa mezz'ora dopo in un altro negozio Ferdico, in via Michelangelo. E anche questa volta la rapina è sfumata. L'uomo, incappucciato, stava per fare irruzione. Poi improvvisamente si è nascosto all'ingresso, e forse spaventato dalle urla dei clienti, ha cambiato idea e si è dato alla fuga, sempre a piedi. Sul posto è intervenuta la polizia. Le descrizioni dei testimoni e le immagini delle telecamere interne fanno pensare che le due tentate rapine abbiano un unico protagonista. 

A completare il quadro c'è stata una (tentata) rapina, poco prima di mezzogiorno, ai danni di una donna che aveva appena prelevato in via Eugenio L'Emiro. La polizia è a caccia di due malviventi, che - in sella a uno scooter - hanno bloccato e assalito la signora nell'androne di un palazzo. Il colpo però è andato in fumo per la reazione della donna. I due - durante la loro fuga - avrebbe sostituito la targa del motorino per non essere identificabili e far perdere le proprie tracce. Indaga la polizia. La vittima ha poi accusato un malore: è stato necessario il soccorso dei sanitari del 118.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmacia e supermercati: mezzogiorno di fuoco, 4 assalti in meno di un'ora

PalermoToday è in caricamento