rotate-mobile
L'allarme

"Troppe rapine, farmacie scambiate per bancomat": appello al prefetto e al questore

Tobia, presidente di Federfarma Palermo, ha scritto a Forlani e a Laricchia chiedendo loro di "porre in essere quanto necessario ad arginare il fenomeno"

"Sono aumentate con preoccupante accelerazione le rapine ai danni di farmacie a Palermo e provincia". L'allarme è di Federfarma Palermo che ha registrato una decina di assalti, con un’escalation negli ultimi giorni. E' forte la preoccupazione espressa dall'associazione di farmacisti, che lamenta di operare in un clima di crescente incertezza, teme una recrudescenza del fenomeno e della relativa tensione e chiede rassicurazioni. Il presidente di Federfarma Palermo, Roberto Tobia, pertanto, ha scritto al prefetto Giuseppe Forlani e al questore Leopoldo Laricchia chiedendo loro di "porre in essere quanto necessario ad arginare il fenomeno” e di ricevere una delegazione di Federfarma per "valutare insieme eventuali modalità di divulgazione di iniziative volte anche a fornire elementi rassicuranti per i farmacisti e per la cittadinanza"

Secondo Roberto Tobia, presidente di Federfarma Palermo, ribadisce che "Le farmacie sono presidi sanitari di prossimità, operano al fianco dei cittadini per rispondere ad un loro bisogno di salute, servizio che hanno garantito sempre, anche nei momenti più difficili della pandemia. Le farmacie – aggiunge Tobia – costituiscono una parte integrante del Servizio sanitario nazionale, esattamente come gli ospedali, le Asp, i poliambulatori e i medici di medicina generale. Quindi, il loro ruolo sociale non può essere scambiato come ‘bancomat’ a disposizione di ‘famiglie’ in difficoltà, mettendo a rischio l’incolumità di quanti lavorano nelle farmacie e dei cittadini che vi entrano per ottenere rimedi per la salute”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Troppe rapine, farmacie scambiate per bancomat": appello al prefetto e al questore

PalermoToday è in caricamento