Cronaca

"Usavano l'ipnosi per rapinare anziani", sei arresti tra Messina e Palermo

Le vittime erano avvicinate col pretesto di una compravendita di gioielli e percepivano un intenso "profumo" che, unito ad altre tecniche di manipolazione, le induceva in stato confusionale. Così la banda riusciva a ottenere denaro

Usavano l'ipnosi per manipolare le proprie vittime e derubarle. Con questa accusa sei persone sono finite in manette tra Messina e Palermo. Le ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state emesse dal gip del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto ed eseguite dai carabinieri.

L'operazione è stata denominata "Hypnose". Secondo la ricostruzione dei carabinieri i rapinatori - con base a Palermo - prendevano di mira soprattutto anziani. Dopo essere state avvicinate dagli indagati con il pretesto di una finta compravendita di gioielli, le vittime percepivano un intenso "profumo" che, unito ad altre tecniche di manipolazione ipnotica, induceva in stato confusionale e venivano persuase a recarsi presso la propria abitazione o nei propri istituti di credito per procurarsi il denaro che consegnavano ai malfattori.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Usavano l'ipnosi per rapinare anziani", sei arresti tra Messina e Palermo

PalermoToday è in caricamento