Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Seguiva gli anziani fino al bancomat, poi li aggrediva e li rapinava: arrestato

Tre i colpi di cui è accusato. La svolta nelle indagini dopo una rapina commessa a maggio: la badante della vittima ha reagito facendo perdere del tempo prezioso ai malviventi e poi ha chiamato il 113 fornendo l'identikit dei rapinatori

La filiale Bnl di via Leonardo da Vinci (foto Google street view)

Arrestato dalla polizia il presunto responsabile di tre violente rapine ai danni di altrettanti anziani. Si tratta del pregiudicato Natale Salmone, 38enne di Ballarò, al quale è stata notificata un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Il malvivente era diventato il terrore degli anziani: li seguiva fino in banca, aspettava che prelevalessero e poi li derubava.

La prima rapina che gli viene addebitata risale allo scorso 9 febbraio: insieme a un complice ha scaraventato per terra un anziano che aveva appena prelevato 2.900 euro da un'agenzia del Monte dei Paschi di Siena. La seconda rapina è più recente: è stata messa a segno il 19 maggio 2017. In quell’occasione il malvivente ha strappato via dalla tasca dei pantaloni 700 euro ad un anziano appena uscito da una banca.

Infine la terza rapina risale all’8 maggio. La vittima in questo caso è una 94enne che, insieme alla badante, aveva prelevato dei soldi nella filiale della Bnl di via Leonardo da Vinci. Ed è proprio da questo momento in poi che le indagini dei “Falchi” della sezione Contrasto al crimine diffuso della Squadra Mobile hanno avuto una svolta. In quell'occasione la vittima è stata affiancata in via Giotto da uno scooter con due giovani a bordo che le hanno strappato via la borsa. La badante dell'anziana ha reagito trattendendo per qualche secondo gli aggressori che alla fine sono stati costretti a fuggire e ad abbandonare la borsa.

La badante ha poi chiamato il 113 e una pattuglia di Falchi è subito arrivata sul posto. La descrizione fisica dei rapinatori ha permesso ai poliziotti di risalire a Natale Salmone, già sospettato di avere compiuto altri raid analoghi, compiuti sempre con lo stesso modus operandi. Successive attività investigative hanno fatto sì che agenti trovassero nell’abitazione del pregiudicato anche gli indumenti indossati durante le rapine, fotografati dai sistemi di videosorveglianza degli istituti bancari e di altri esercizi vicino ai quali si erano consumati i colpi.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seguiva gli anziani fino al bancomat, poi li aggrediva e li rapinava: arrestato

PalermoToday è in caricamento