menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapinatori travestiti da finanzieri Arrestato il capo della banda

I malviventi avevano fatto irruzione con falsi distintivi in una casa di via Oreto rinchiudendo una coppia di anziani coniugi in una stanza e portando via circa duemila euro tra preziosi e denaro. L'uomo riconosciuto dalle vittime

Insieme a quattro complici, non ancora identificati, fingendosi dei finanzieri mette a segno una rapina in un appartamento, ma viene scoperto ed arrestato. La polizia ha fatto scattate le manette ai polsi di G.B.C., 42 anni, presunto capo della banda. Gli agenti hanno eseguito un provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso dal gip Giangaspare Camerini. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, l'uomo lo scorso 10 settembre diede l'assalto a un'abitazione in via Oreto.

Il gruppo, munito di falsi distintivi, dopo essersi fatto aprire dai proprietari, un'anziana coppia di coniugi, fece irruzione nell'appartamento fingendo di dover compiere una perquisizione. Una volta dentro, G.B.C. nei panni del “maresciallo”, a volto scoperto, e gli altri quattro con il volto integralmente coperto da passamontagna, rinchiusero le loro vittime in una stanza e misero a soqquadro l'abitazione. L'irruzione fruttò loro un bottino pari a 2 mila euro tra preziosi e denaro. Per i poliziotti, però, è stato facile risalire all’uomo, che nel frattempo era già stato tratto in arresto per analoghi episodi di rapina. L'uomo è stato anche riconosciuto dalle vittime. Indagini sono in corso per risalire alle identità dei complici.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento