Cappuccio, mascherina e coltello: rapine "fotocopia" al Cep e in zona Libertà

I colpi sono stati messi a segno nel giro di un'ora in due zone distanti fra loro. Le modalità però appaiono praticamente identiche. Nel mirino un negozio di detersivi e una lavanderia. Indaga la polizia

Viale Croce rossa (foto archivio)

Due colpi nella stessa mattinata in due zone lontane fra loro ma con modalità che appaiono praticamente identiche. Un rapinatore incappucciato, con mascherina e armato di coltello è entrato in azione venerdì in via Brunelleschi. Ha fatto irruzione in un negozio di detersivi, ha minacciato il titolare e lo ha costretto con le cattive a consegnargli l’incasso pari a circa 350 euro. Poi la fuga.

Circa un’ora dopo un’altra rapina è stata messa a segno in una lavanderia di viale Croce Rossa. Anche in quest’occasione il bandito si è presentato con il volto coperto da un cappuccio e una mascherina chirurgica. Si è diretto il bancone, ha intimorito i dipendenti e ha svuotato la cassa all’interno della quale c’erano circa 300 euro.

Su tutti e due gli episodi indagano gli investigatori della polizia che hanno ascoltato i testimoni e acquisito le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza che potrebbero aver ripreso le fasi precedenti ai due assalti e la fuga del bandito. Sino ad ora non è stato possibile escludere che l’autore delle due rapine fosse lo stesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • Nuovo Dpcm: Governo conferma l'ipotesi dello stop all'asporto per i bar dopo le 18

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento