menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Vincenzo Fasone

Vincenzo Fasone

Colpo da 20 mila euro al tabacchi, palermitano preso dopo fuga in campagna

I carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato un uomo di 33 anni, a Mirto (nel Messinese). Insieme a due complici, dopo l'assalto, aveva tentato la fuga a bordo di un’Audi A4 rubata

Furto aggravato in concorso e ricettazione. Con questa accusa i carabinieri hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, Vincenzo Fasone, 33enne palermitano. L'uomo avrebbe assaltato un tabacchi di Mirto, nel Messinese. Il palermitano è entrato in azione nelle prime ore del mattino: dopo aver forzato la saracinesca - insieme a due complici - ha fatto irruzione nel tabacchi con il volto coperto. I tre malviventi, dopo aver manomesso il sistema di allarme ed aver asportato articoli vari per un valore di circa 20 mila euro, si sono dati alla fuga a bordo di un’Audi A4, rubata a Marsala nel dicembre 2016.

Le immediate ricerche dei carabinieri della compagnia Sant’Agata di Militello hanno consentito di intercettare i fuggitivi su una strada di campagna. I tre - una volta notati i militari - hanno abbandonato il mezzo per poi dileguarsi a piedi. I carabinieri sono riusciti a bloccare il palermitano, mentre gli altri due - approfittando della folta vegetazione - hanno fatto perdere le proprie tracce.

Tutta la refurtiva, che era stata stipata in grossi sacchi neri, è stata recuperata dai carabinieri e restituita al proprietario, mentre l’attrezzatura da scasso e l’auto rubata sono state poste sotto sequestro. Fasone è stato portato nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto e si trovano ora a disposizione del giudice. Continuano le indagini sui due complici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento