menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il fucile recuperato dalla polizia insieme al bottino della rapina

Il fucile recuperato dalla polizia insieme al bottino della rapina

Col fucile assaltano tabaccheria di via Maqueda: polizia spara, due arresti

Il commando aveva portato via 389 euro e 25 stecche di sigarette di varie marche. Ma all'esterno hanno trovato gli agenti. A scopo intimidatorio è stato esploso un colpo in aria

Colti di sorpresa pochi istanti dopo aver assaltato una tabaccheria di via Maqueda. La polizia ha arrestato in flagranza per rapina aggravata due pluripregiudicati: Giovanni Natalizii, 28 anni, Carmine Zambo, 32 anni. E' successo ieri sera, allo scoccare dell'orario di chiusura, alle 20, quando i poliziotti della sezione investigativa “Contrasto al Crimine Diffuso – Falchi”, percorrendo il vicolo Santa Rosalia, hanno notato un'Honda Sh e uno Scarabeo, parcheggiati con le rispettive targhe coperte da nastro adesivo. Segno quasi inequivocabile di una rapina in corso. Pochi attimi dopo gli agenti hanno visto giungere a passo spedito un uomo armato di fucile a canne mozze e altri due col volto coperto dal passamontagna.

A questo punto i poliziotti hanno intimato l'alt ai tre malviventi. Uno di loro ha puntato il fucile all'indirizzo degli agenti, "con il chiaro intento - spiegano dalla questura - di aprire il fuoco se la loro fuga fosse stata ostacolata". I poliziotti hanno però accerchiato i tre esplodendo, a scopo intimidatorio, un colpo di pistola in aria. Due di loro si sono quindi arresi e sono stati immobilizzati dagli agenti. Il terzo è invece riuscito a far perdere le proprie tracce.

Il fucile è stato quindi sequestrato: le due canne erano rifornite di cartucce calibro “12” a pallettoni. I poliziotti hanno quindi ricostruito la rapina messa a segno pochi istanti prima alla tabaccheria di via Maqueda. Con l'aiuto di una quarto uomo, il commando armato era entrato nel locale, portando via 389 euro e 25 stecche di sigarette di varie marche. I due arrestati sono attualmente reclusi al “Pagliarelli”. Indagini in corso per individuare gli altri due rapinatori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento