rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cronaca

La pistola, lo sparo in tabaccheria, la rapina: arrestato palermitano di 21 anni

I carabinieri hanno inchiodato il giovane per un episodio commesso lo scorso agosto a Veggia di Casalgrande, nel Reggiano

I carabinieri del nucleo investigativo di Reggio Emilia hanno arrestato un palermitano di 21 anni. E' accusato di essere il presunto complice del rapinatore che lo scorso agosto aveva assaltato una tabaccheria di Veggia di Casalgrande, nel Reggiano. Il 21enne è ritenuto dal forze dell'ordine il "palo" che attendeva il malvivente alla guida della moto fuori dall'attività commerciale, per poi fuggire dopo il colpo.

Il giovane è indagato per concorso in rapina aggravata e detenzione e porto illegale di munizioni. "La rapina - si legge sul Resto del Carlino - era avvenuta verso le 19 del 25 agosto dello scorso anno. Due le persone che avevano assaltato il negozio, mentre il tabaccaio stava effettuando le operazioni di chiusura, a fine giornata. Un uomo vestito di nero con casco integrale sulla testa, con pistola alla mano, aveva intimato al gestore di consegnarli il danaro in cassa. In un primo momento la vittima aveva reagito lanciandogli lo strofinaccio che aveva in mano, ma dopo lo sparo del rapinatore verso gli espositori, il tabaccaio aveva preso cento euro, consegnati al bandito, poi fuggito sulla moto guidata dal complice". Per il 21enne palermitano sono scattati gli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La pistola, lo sparo in tabaccheria, la rapina: arrestato palermitano di 21 anni

PalermoToday è in caricamento