menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assalta supermercato con la pistola elettrica: preso palermitano a Milano

In manette un pregiudicato di 56 anni: è accusato di avere aggredito con il taser un addetto alla sicurezza. E' stato arrestato dai carabinieri per tentata rapina impropria aggravata

E' finita male la trasferta in Lombardia di un palermitano di 56 anni, arrestato dai carabinieri per tentata rapina impropria aggravata. L'uomo, si tratta di un pregiudicato, dopo aver cercato di fuggire da un supermercato di Cologno Monzese, in provincia di Milano, con alcune centinaia di euro di spesa non pagata, è stato bloccato da un vigilantes alle casse, mentre imboccava il varco per i pagamenti automatizzati.

Il palermitano ha reagito estraendo dalla tasca un taser, il dispositivo elettrico che genera scosse capaci di stordire e immobilizzare una persona, e l’ha rivolto contro il sorvegliante nel tentativo di guadagnare la fuga. Due scariche elettriche che hanno steso la guardia giurata. La vittima non ha riportato danni gravi, mentre il rapinatore è fuggito.

Solo il tempestivo intervento di altri due dipendenti ha impedito il contatto del sorvegliante con gli elettrodi. I carabinieri, intervenuti sul posto, sono riusciti a interrompere la fuga del cinquantaseienne e arrestare il palermitano in flagranza di reato. Il taser, il cui utilizzo non è consentito in Italia, è stato sottoposto a sequestro: il rapinatore risponderà anche del porto abusivo dell'arma. Il palermitano era in Lombardia in trasferta e avrebbe fatto rientro in Sicilia dopo il colpo.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento