Assalto in pieno giorno a Villabate, rapina al supermercato Conad

Un giovane è entrato a volto scoperto nel punto vendita di corso Vittorio Emanuele, ha minacciato un dipendente e lo ha costretto ad aprire la cassa per consegnargli il bottino. Poi la fuga tra i clienti. Indaga la polizia

La volante intervenuta davanti al supermercato - foto CronacheVillabatesi.it

Rapina in pieno giorno in un supermercato a Villabate. Erano appena trascorse le 10.30 di stamattina quando un giovane ha fatto irruzione a volto scoperto e senza armi all’interno del Conad di corso Vittorio Emanuele. Dopo averlo minacciato ha costretto uno dei dipendenti a svuotare la cassa e a consegnarli circa 500 euro in contanti.

Una volta arraffato il bottino il malvivente è scappato facendosi spazio tra la folla e raggiungendo forse un mezzo parcheggiato non lontano dall’ingresso. Gli agenti delle volanti intervenuti poco dopo hanno ascoltato il racconto dei presenti e visionato le immagini del sistema di videosorveglianza.

Qualche testimone sarebbe riuscito anche a indicare la via di fuga del rapinatore solitario. Sulla scorta degli elementi acquisiti gli agenti del commissariato di Villabate hanno avviato le indagini che presto potrebbero portare all’individuazione del responsabile. A metà dello scorso aprile, nello stesso comune, un carabiniere fuori dal servizio è riuscito a sventare un colpo al market Md di via Giulio Natta. In manette è finito un 26enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento