menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le immagini dopo la rapina - foto Francesco D'Auria

Le immagini dopo la rapina - foto Francesco D'Auria

L'assalto al portavalori e la sparatoria: due condanne e un'assoluzione

I fatti risalgono all'1 agosto scorso, quando un commando armato è entrato in azione nei pressi di corso dei Mille. All'arrivo della polizia i malviventi hanno iniziato un conflitto a fuoco con gli agenti

Due condanne e un assoluzione. Si è pronunciato così il gup Ettorina Contino nel processo per la rapina al portavalori nei pressi delle Poste di corso del Mille dell'1 agosto scorso.

La procura aveva chiesto per gli imputati la condanna a vent'anni. Il giudice ha condannato a dieci anni e otto mesi ciascuno Gaetano Castiglione e Gianluca De Biasio per rapina, mentre li ha assolti dall'accusa di tentato omicidio. Assolto da tutti i capi d'imputazione il terzo imputato: Salvatore Bruno.

Secondo le indagini della squadra mobile, il commando ha rapinato un portavalori portando via un bottino di centomila euro. Uno dei banditi ha puntato la guardia giurata, gli ha sfilato la pistola e sotto la minaccia dell’arma gli ha sottratto i contanti custoditi in una sacca per poi allontanarsi. Proprio in quel momento è arrivata una pattuglia della Squadra mobile che ha cercato di sventare l’assalto. Ne era scaturito un conflitto a fuoco con gli agenti di polizia. Il gup ha accolto le tesi difensive (avvocati Antonio Turrisi, Calogero Vella, Debora Speciale, Miria Rizzo) secondo le quali non ci sarebbe stato il tentato omicidio perché i colpi sarebbero stati sparati non ad altezza uomo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento