Kalsa e corso Tukory, una ragazza e un supermercato nel mirino dei rapinatori

Una trentenne è stata affrontata e rapinata in via Torremuzza, dove un malvivente l'ha costretta a consegnare il suo smartphone. Sfumata invece la rapina al market Marotta: sono bastate le urla dei clienti per mettere in fuga i banditi. Indaga la polizia

(foto archivio)

Giovane scippata alla Kalsa. La polizia è intervenuta ieri sera in via Torremuzza per la segnalazione di una rapina subita da una ragazza. Una trentenne ha riferito agli agenti di essere stata affrontata da un uomo di mezz’età che l’avrebbe minacciata per farsi consegnare qualunque oggetto di valore avesse. La vittima, terrorizzata, si è trovata costretta a lasciare il proprio smartphone nelle mani del delinquente, che subito dopo si è allontanato facendo perdere le proprie tracce tra i vicoli bui della zona.

Sempre gli investigatori della polizia indagano su una rapina tentata stamattina da una banda di tre uomini al supermercato Marotta di corso Tukory. Tentata perché i malviventi, dopo aver fatto irruzione nel punto vendita lasciando intendere di essere armati di pistola, sono stati messi in fuga dai clienti che hanno iniziato a urlare. E alcuni di loro avrebbero anche prontamente lanciato l’allarme al 113. Gli agenti delle volanti hanno ascoltato il racconto degli impiegati e acquisito le immagini della videosorveglianza per rintracciare i responsabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Corleone, auto sbanda e finisce contro un albero: morto diciannovenne

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento