Cronaca Oreto-Stazione / Via Rocco Pirri

Tentarono il colpo alle poste della Stazione, ma gli impiegati li bloccarono: condannati

La rapina andata a monte risale al 6 marzo ed è stata ripresa dalle telecamere di sorveglianza. I due imputati, individuati proprio grazie ai filmati, non riuscirono però a mettere le mani sui soldi

L'ufficio postale di via Rocco Pirri

Avevano tentato di rapinare le poste di via Rocco Pirri, all'interno della Stazione centrale, alla vigilia del lockdown di marzo. Ma non avevano messo in conto una variabile imprevista: la reazione degli impiegati che, anziché cedere alle minacce, li avevano allontanati prima che potessero mettere le mani su un solo euro. Il gup Paolo Magro ha condannato i due presunti autori del colpo, Giovanni Arini e Giuseppe Tarantino.

Il giudice, che ha accolto le richieste del sostituto procuratore Alfredo Gagliardi, ha inflitto un anno e quattro mesi con il rito abbreviato ai due imputati. Soltanto Arini era stato arrestato il 15 maggio dalla squadra mobile, mentre per l'altro, che avrebbe fatto da palo, il gip aveva ritenuto insufficienti le prove.

La tentata rapina risale al 6 marzo ed era stata ripresa dalle telecamere di sorveglianza della Stazione. Dalle immagini, come ha ricostruito la Procura, si sarebbe visto chiaramente l'arrivo in scooter di Arini, la sua attesa col casco in testa, il momento in cui si sarebbe coperto il viso con una sciarpa e poi il suo ingresso nell'ufficio postale e le sue minacce agli impiegati. Tarantino sarebbe rimasto fuori a fare da palo, secondo l'accusa. I due sarebbero stati poi messi in fuga dagli impiegati. Grazie alle indagini, però, la polizia era riuscita ad individuarli e ora sono stati condannati.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentarono il colpo alle poste della Stazione, ma gli impiegati li bloccarono: condannati

PalermoToday è in caricamento